VISIONforEUROPEA Europe for Health, per un'Europa della salute - #EUR4health

Elezioni europee del 26 maggio 2019

L’HIV e l’epatite C restano per l’Europa una grande sfida di salute pubblica.
Le nuove diagnosi da HIV sono state, nel nostro continente, oltre 160mila nel solo 2017.
Ancor più sottovalutata è l’epatite C, le cui conseguenze provocano ogni anno oltre 112mila vittime, nonostante esistano farmaci in grado di guarirla completamente.

Per questo 47 organizzazioni tra cui la LILA, riunite intorno alla piattaforma europea di Coalition Plus, in vista del voto del prossimo 26 maggio, lanciano un appello al futuro Parlamento europeo e ai futuri parlamentari affinchè l’UE, con gli altri paesi dell’area, assuma un ruolo determinante nella riposta a queste epidemie.
La priorità è debellarle entro il 2030 come indicato dagli obiettivi ONU per uno sviluppo sostenibile.

Visita questa pagina per una breve panoramica dell'appello e per conoscere i nomi dei candidati e delle candidate al Parlamento Europeo che hanno deciso di impegnarsi sui temi proposti

NOI POSSIAMOU=U, concluso lo studio PARTNER2: l'HIV non si trasmette se la carica virale è soppressa

Pubblicate su “The Lancet” le conclusioni definitive dello studio PARTNER 2. Lo studio conferma quanto già emerso nella prima fase della ricerca e fornisce evidenze scientifiche definitive sul principio U=U, Undetectable= Untrasmittable: le persone con HIV in trattamento ART (antiretrovirale), con carica virale sopprressa non trasmettono sessualmente il virus. Se la prima fase di PARTNER aveva escluso con certezza rischi di trasmissione nei rapporti sessuali vaginali, la fase 2 ora li esclude definitivamente anche per i rapporti anali.

Leggi qui per saperne di più

BETTER1HIV e assicurazioni: ancora troppe discriminazioni, partono i gruppi d’acquisto con “BetterTogether”

Ci sono settori della nostra vita di cittadini e cittadine da troppo tempo preclusi alle persone con HIV: mutui, accesso al credito, assicurazioni. Si tratta di discriminazioni gravi perché ledono l’esercizio di importanti diritti e rendono impossibile anche assolvere a precisi doveri richiesti dalle legge. Per questo stanno nascendo nel campo assicurativo dei gruppi d’acquisto tra persone con HIV. A proporli, nei settori, vita, viaggi, salute e infortuni è la società ”Better Together”. La LILA sostiene questa iniziativa che, oltre a venire incontro alle esigenze negate delle persone con HIV, punta anche imporre un cambiamento di rotta alle Compagnie.

Leggi qui per saperne di più

 

 

venere 1 20120622 1148476128 2Senza il contributo delle donne non c’è diritto alla salute. Ecco il nostro questionario per una ricerca "di genere" su maternità e HIV

LILA, Nadir e un gruppo di studio della SIGO, la società italiana Ostetricia e Ginecologia, stanno proponendo un questionario volto ad esplorare il tema della maternità e dell'allattamento nelle donne con HIV.  Grazie alle terapie ART e ai protocolli di diagnosi e trattamento, nei paesi a welfare avanzato come l'Italia, i rischi di trasmissione verticale del virus si sono drasticamente ridotti, fino a precipitare a livelli prossimi allo zero. Tuttavia, il vissuto delle donne con HIV che scelgono di diventare madri resta poco conosciuto e poco esplorato, nonostante la cura degli aspetti emotivi, culturali, sociali sia fondamentale per una maternità serena e condsapevole. Il questionario che proponiamo punta, dunque, ad incoraggiare una ricerca “di genere”, rivolta cioè allo specifico femminile. L'intento è quello di supportare le donne con HIV nei propri percorsi di autodeterminazione su aspetti così importanti e delicati della propria vita. Ci vuoi aiutare?

Trovi qui tutte le informazioni.  

La campagna Lila sulla TasP

È la prima campagna italiana dedicata al tema della TasP (treatment as prevention) e aderisce alla più ampia campagna internazionale “U=U, Undetectable=Untrasmittable”, ossia “Non rilevabile = Non trasmissibile”. L'obiettivo è diffondere una recente quanto straordinaria acquisizione scientifica:le persone con HIV che seguono regolarmente le terapie e che abbiano stabilmente conseguito una carica virale non rilevabile, non trasmettono il virus. Scopri di più

tel

Se hai dei dubbi chiamaci. Ponici le domande che l’Aids ti pone
La Lila è presente sul territorio con le sue sedi locali. Se hai bisogno di informazioni, ascolto e orientamento ai servizi qui trovi giorno per giorno, i numeri Lila che puoi chiamare, nel rispetto dell'anonimato. 
frecciaLila Helpline

banner lilanews notizie