Ethical considerations in HIV prevention Trials

Data: 27 gennaio 2021
Autore: UNAIDS
Pubblicata una nuova guida sull’etica delle sperimentazioni negli studi di prevenzione dell'HIV
21 anni dopo la prima edizione UNAIDS e Organizzazione Mondiale della Sanità pubblicano la nuova guida aggiornata sull’etica delle sperimentazioni negli studi di prevenzione dell’HIV. Frutto di un'ampia consultazione durata un anno con il contributo di oltre 80 esperti, questa guida si basa su precedenti documenti di orientamento etico.

"UNAIDS è impegnata a lavorare con le persone e le popolazioni colpite dall'HIV, promuovendo e proteggendo i loro diritti", ha detto Peter Godfrey-Faussett, consigliere scientifico di UNAIDS. "Questa guida stabilisce come condurre esperimenti etici sulla prevenzione dell'HIV salvaguardando i diritti dei partecipanti durante la ricerca scientifica e promuovendo lo sviluppo di nuovi strumenti di prevenzione dell’Hiv”.

A fronte di 1,7 milioni di persone che nel 2019 hanno contratto l’infezione, c’è ancora un urgente bisogno di sviluppare nuovi modelli di prevenzione e renderli disponibili perché le persone possano proteggersi dal virus. Nonostante negli ultimi anni siano state sviluppate strategie di prevenzione quali tra cui la prEP, l'anello di dapivirina e la terapia long- acting, la domanda di ulteriori strumenti di prevenzione semplici ed efficaci rimane alta.

Tuttavia, la necessità di sviluppare nuovi metodi di prevenzione dell'HIV deve essere bilanciata con la necessità di proteggere le persone che partecipano agli studi scientifici mantenendo gli standard di sicurezza e di efficacia degli strumenti di prevenzione.

La ricerca su soggetti umani è regolata da un quadro consolidato di norme etiche. Il nuovo rapporto stabilisce in 14 punti gli standard etici per la ricerca sulla prevenzione dell'HIV e sostiene e spiega i principi universali di etica per la ricerca che coinvolge le persone, e che sono rilevanti per i partecipanti stessi e per gli sviluppi della ricerca.

"L'Organizzazione Mondiale della Sanità deve assicurare che i politici e gli stakeholders della salute mantengano l'etica al centro dei loro processi decisionali. Questa collaborazione con UNAIDS nel convocare un'ampia gamma di parti interessate per la revisione della Guida è un modello per il futuro sviluppo della guida etica", ha detto Soumya Swaminathan, Chief Scientist dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

La guida aggiornata include una serie di revisioni chiave rispetto all'edizione precedente. Viene sottolineata l'importanza del coinvolgimento dei membri della comunità in tutte le fasi dei progetti di ricerca - ci deve essere una partnership paritaria tra i team di ricerca, gli sponsor della sperimentazione, le popolazioni chiave, i potenziali partecipanti e le comunità che vivono nei contesti in cui si svolgono le sperimentazioni.

Viene sottolineata la questione dell'equità, con una selezione inclusiva delle popolazioni in studio senza esclusione arbitraria sulla base di caratteristiche come l'età, la gravidanza, l'identità di genere o l'utilizzo di sostanze. La guida sottolinea anche i contesti di vulnerabilità - persone e gruppi non dovrebbero essere etichettati come vulnerabili, ma piuttosto l'attenzione dovrebbe essere posta sui contesti sociali o politici in cui vivono le persone che possono renderle vulnerabili.

I ricercatori e gli sponsor della sperimentazione dovrebbero, come minimo, garantire l'accesso al pacchetto di metodi di prevenzione dell'HIV raccomandati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per ogni partecipante durante la sperimentazione e il follow-up, come è stabilito nella guida aggiornata, insieme alla necessità per i partecipanti di accedere dopo la sperimentazione ai prodotti che si sono dimostrati efficaci

"Questa guida aggiornata sosterrà tutte le parti interessate nella progettazione e nella conduzione di studi di prevenzione dell'HIV eticamente e scientificamente validi che fanno progredire la risposta all'AIDS verso l'obiettivo di zero nuove infezioni da HIV entro il 2030", ha aggiunto Godfrey-Faussett.


Stampa   Email