Fondo Globale: 27 milioni di vite salvate, report 2018

Data: 2018
Autore: THE GLOBAL FUND

Il Fondo globale per la lotta all’Aids, tubercolosi e malaria ha pubblicato il nuovo rapporto che dimostra che 27 milioni di vite sono state salvate grazie ai progetti e alle azioni messi in campo con il suo partenariato.
I risultati raggiunti nei paesi in cui investe il Fondo nel 2018 sono:

  • 17,5 milioni di persone hanno ricevuto la terapia antiretrovirale per l’Hiv
  • 5 milioni di persone testate e trattate per la tubercolosi
  • 197 milioni di zanzariere distribuite per prevenire la malaria.

Il miglioramento dell’accesso a cure salvavita contro l’HIV ha prodotto risultati eccezionali, con notevole riduzione dei decessi e dei tassi di infezione. Nuove infezioni HIV, tuttavia, stanno aumentando in talune popolazioni chiave, e tra gli adolescenti in alcuni paesi. Realtà sistemiche radicate come barriere di genere e ai diritti umani favoriscono l’insorgere di nuove infezioni e ostacolano le cure. In alcune comunità, i giovani individuano altri problemi che ritengono prioritari rispetto all’HIV, e questo riduce il senso di urgenza in merito alla prevenzione.

  • La tubercolosi è, oggi, la causa principale di morte da malattia infettiva, con 1,7 milioni di decessi l’anno. Oltre 4 milioni di infezioni, inoltre, non rilevate ogni anno, contribuiscono alla trasmissione della tubercolosi. Se questo andamento persiste, 2,6 milioni di persone moriranno ogni anno di tubercolosi farmaco-resistente entro il 2050, con costi stimati di 16,7 trilioni di USD per l’economia globale.
  • I tassi globali di morte per malaria sono diminuiti del 60% dal 2000. Un grandissimo successo, ma che adesso si trova in pericolo. Il limite posto ai finanziamenti e la resistenza a farmaci e insetticidi hanno arrestato i progressi realizzati; nel 2016, sono stati registrati 5 milioni di nuovi casi di malaria rispetto al 2015. Senza maggiori investimenti e nuovi strumenti, i progressi rischiano di essere limitati

Grazie ai programmi sostenuti dal Fondo globale è stato possibile curare con terapia antiretrovirale 17,5 milioni persone, ottimizzare i regimi di cura anti-HIV e contribuire a realizzare servizi su misura per le popolazioni più colpite. Gli stanziamenti a favore della prevenzione per le popolazioni chiave e vulnerabili sono aumentati di quasi il 30% nel periodo 2017-2019 rispetto al precedente periodo di finanziamento. Investiamo in partenariati che mettono insieme comunità, scuole, organismi responsabili dell’applicazione della legge, settore privato, operatori sanitari, autorità di pianificazione della salute pubblica e partner tecnici per realizzare strategie globali. 105 milioni di USD su 200 di finanziamenti con azione catalizzatrice in materia di HIV sono stati stanziati ai fini della prevenzione, comprendenti fondi di integrazione per incentivare investimenti persino maggiori a favore di programmi per popolazioni chiave, le adolescenti e le giovani donne.

  • I progressi riguardanti la tubercolosi ruotano attorno al rilevare le infezioni sconosciute. Il Fondo Globale investe 115 milioni di USD in 13 paesi che contano per il 75% delle infezioni globali non rilevate, al fine di scoprire un ulteriore milione e mezzo di casi entro la fine del 2019. Investiamo somme ingenti nell’espansione della tecnologia diagnostica molecolare, che fornisce risultati in modo più rapido e accurato, anche in materia di tubercolosi farmaco-resistente. Riconoscendo la necessità di aumentare gli sforzi per conseguire gli Obiettivi di Sviluppo sostenibile, il partenariato del Fondo globale lavora per garantire maggiori risorse da fonti nazionali e internazionali, un impegno politico di alto livello e investimenti a favore di ricerca e sviluppo, oltre per ridurre le barriere ai servizi.
  • In veste di maggior finanziatore internazionale nella lotta alla malaria, il Fondo Globale sostiene progetti pilota e la predisposizione di dati per forgiare il mercato di controllo dei vettori e facilitare un’adozione più ampia di nuovi strumenti a prezzi più bassi. Questo include un investimento da 35 milioni di USD per nuove zanzariere in progetti pilota finalizzati a combattere la resistenza agli insetticidi in Africa. Laddove possiamo restringere la mappa della malaria, dobbiamo spingere per la sua eliminazione totale. Il Fondo globale stanzia 6 milioni di USD per l’iniziativa regionale di eliminazione della malaria (“Regional Malaria Elimination Initiative”) in America Latina. L’iniziativa regionale di resistenza all’artemisinina (“Regional Artemisinin-resistance Initiative”) si prefigge l’obiettivo di eliminare la malaria nel Gran Mekong come baluardo contro la farmaco-resistenza.
  • Realizzare sistemi sanitari resistenti e sostenibili è un pilastro strategico del Fondo globale, con il 27% degli investimenti a favore di paesi in tutta una serie di settori: miglioramento di appalti e catene di approvvigionamento; rafforzamento di sistemi e utilizzo dei dati; formazione di operatori sanitari qualificati; consolidamento dei sistemi e delle capacità di reazione delle comunità; sostegno alla fornitura di servizi più integrati, in modo che le persone possano ricevere cure complete per tutta la durata della loro vita.
  • Per realizzare una copertura sanitaria e conseguire gli Obiettivi di Sviluppo sostenibile occorre un approccio integrato fra molti partner. Ma, alla fine, le epidemie potranno essere debellate solo attraverso sistemi sanitari interamente finanziati dai paesi stessi. La politica di cofinanziamento del Fondo Globale ha spinto i paesi a impegnare importi notevolmente più ingenti delle risorse nazionali a favore della salute. I dati sugli investimenti nazionali basati sulle richieste di finanziamento approvate ad aprile 2018 per il ciclo di finanziamento 2018-20 – circa il 75% degli stanziamenti del Fondo globale – mostrano un aumento di oltre il 40% rispetto al periodo 2015-17.
Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.lila.it/images/doc/mondo/GlobalFund-ResultsReport2018.pdf)Global Fund - Results Report 2018[6.792 Kb]