Profilassi pre-esposizione all'HIV nell'UE/SEE e nel Regno Unito: attuazione, norme e monitoraggio

Data: 5 marzo 2021
Autore: ECDC

Questo documento di orientamento operativo fornisce raccomandazioni pratiche e considerazioni chiave per informare sullo sviluppo e l'implementazione dei programmi PrEP a livello nazionale e sub-nazionale in tutta l'UE/SEE.

La profilassi pre-esposizione (PrEP) per l'HIV è l'uso di farmaci antiretrovirali, assunti per prevenire l'acquisizione dell'infezione da HIV. Nel 2015, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha raccomandato ai paesi dell'Unione europea (UE) e dello Spazio economico europeo (SEE) di prendere in considerazione l'integrazione della PrEP nel loro attuale pacchetto di prevenzione dell'HIV per i gruppi a più alto rischio di infezione, a cominciare dagli MSM. Hanno fatto seguito le raccomandazioni dell'OMS secondo cui la PrEP dovrebbe essere offerta come opzione di prevenzione aggiuntiva a tutte le persone a rischio sostanziale di infezione da HIV, nell'ambito di approcci di prevenzione combinati.

Vi è stato un costante declino delle diagnosi di HIV nell'UE/SEE da allora, ma l'obiettivo del 90/90/90 (90% di nuove infezioni diagnosticato, il 90% di quelle diagnosticate in terapia antiretrovirale, il 90% di quelle in trattamento con soppressione virale) fissato dal Programma congiunto di UNAIDS non è stato raggiunto in modo coerente in tutti i paesi dell'UE/SEE. Una ulteriore e sostanziale riduzione dell'incidenza dell'HIV è necessaria se l'Europa vuole raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile entro il 2030. Il raggiungimento di questi obiettivi richiede un'attenzione costante alla prevenzione dell'HIV, compresi nuovi interventi e approcci. Tra i nuovi approcci figurano l'attuazione del PrEP e norme minime chiare per la fornitura e il monitoraggio standardizzati di PrEP in tutta l'UE/SEE.

Questa guida è stata sviluppata per sostenere i paesi nei loro sforzi e per armonizzare l'approccio globale adottato per l'implementazione della PrEP nella regione. Il documento di orientamento operativo è stato sviluppato attraverso la sintesi delle prove, la consultazione online degli stakeholder con esperti con competenze comunitarie, cliniche e/o di salute pubblica o di elaborazione delle politiche e attraverso l'impegno costante e il coinvolgimento di un comitato scientifico di esperti, nominato dall'ECDC (cfr. membri del panel, processo di nomina e mandato nell'allegato 2). Il documento inizia con le considerazioni chiave per l'attuazione del PrEP nell'UE/SEE e fornisce una panoramica dei principali indicatori di disponibilità per realizzare programmi PrEP su larga scala. Fornisce inoltre orientamenti su come stabilire il sostegno degli stakeholder senior e della comunità e dare priorità alla PrEP nell'ambito delle agende sanitarie nazionali.

Gli orientamenti operativi sono strutturati attorno a 10 principi fondamentali di efficaci programmi PrEP

Link: HIV Pre-Exposure Prophylaxis in the EU/EEA and the UK: implementation, standards and monitoring


Stampa   Email