The Gap Report

Data: 2016
Autore: UNAIDS

Il recente "The Gap Report", presentato in occasione della conferenza AIDS 2014 - 20th International AIDS Conference, tenutasi a Melbourne, in Australia, dal 20 al 25 luglio 2014, è stato redatto per rispondere alla domanda: come ridurre la distanza tra le popolazioni ad alto reddito e quelle che sono state lasciate indietro?

L'obiettivo del Gap Report è di fornire non solo i più accurati dati disponibili, ma anche di dare informazioni ed analisi circa le popolazioni dei Paesi a basso reddito.

Secondo il report, nel 2013, in tutto il mondo c'erano circa 35 milioni di persone con Hiv. Dall'inizio dell'epidemia, circa 78 milioni di persone sono state infettate dal virus dell'Hiv, e 39 milioni di persone sono morte per patologie collegate all'AIDS.

Ridurre la distanza: zero nuove infezioni

  • Nel mondo, 2.1 milioni di persone hanno contratto l'infezione da Hiv nel 2013
  • Nel mondo, 240.000 bambini hanno contratto l'infezione da Hiv nel 2013.

Ridurre la distanza: zero morti collegate all'AIDS

  • Nel 2013, 1.5 milioni di persone sono morte, nel mondo, per patologie collegate all'AIDS

Ridurre la distanza nei trattamenti

  • Nel 2013, circa 12.9 milioni di persone con Hiv hanno avuto accesso alla terapia antiretrovirale.
  • Questo dato rappresenta il 37% di tutte le persone con Hiv, ma solo il 24% di tutti i bambini affetti da Hiv sta ricevendo le terapie salva-vita.

Ridurre la distanza per Hiv/Tubercolosi

  • La tubercolosi rimane la principale causa di morte tra le persone affette da Hiv, con una stima di 320.000 decessi nel 2012.

Ridurre la distanza nell'accesso

  • L'Hiv è la principale causa di morte tra le donne in età riproduttiva.
  • Nel 2013, il 54% delle donne incinte nei paesi a basso e medio reddito non ha ricevuto il test Hiv.
  • Nel 2013, quasi il 60% di tutte le nuove infezioni da Hiv tra i giovani tra i 15 ed i 24 anni si sono verificate tra ragazze adolescenti e giovani donne.
  • Le patologie collegate all'AIDS sono la principale causa di morte per gli adolescenti tra i 10 ed i 19 anni, in Africa.
  • Globalmente, gli uomini gay e gli msm hanno 19 volte le probabilità di essere affetti da Hiv, rispetto al resto della popolazione.
  • Le probabilità che le donne transgender acquisiscano l'Hiv sono 49 volte più alte del resto della popolazione in età riproduttiva.
  • La prevalenza dell'Hiv è stimata essere 28 volte più alta tra le persone che fanno uso di sostanze per via iniettiva.