miniserieIl Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici-Cittadinanzattiva lancia “Segui la vita”, una web-serie dedicata alla vita di 5 cittadine/i  alle prese con una patologia cronica.  
Dal 6 marzo sul canale youtube http://bit.ly/seguilavita in onda la prima puntata.

5 storie diverse, 5 persone alle prese con una patologia cronica e con i rispettivi percorsi di cura: attraverso le proprie esperienze personali, Lorenzo, Silvia, Maria Pia, Sara e Giusi, ci fanno comprendere  quale importanza abbia avuto una buona aderenza alle cure per il  miglioramento della qualità delle proprie vite e quale percorso abbiano affrontato per raggiungere questo obiettivo. Il tema dell’aderenza alle terapie, alle prescrizioni del medico e delle altre figure  sanitarie, riveste una grande importanza nella vita delle persone quando sono malate e, ancor di più quando la loro condizione è cronica:  “Avere una malattia cronica non vuole dire rinunciare al proprio progetto di vita –spiega Tonino Aceti, responsabile CnAMC-Cittadinanzattiva-  i protagonisti dei video non sono le malattie, ma le persone, con le proprie passioni, paure, progetti, valori, difficoltà. Assumere più  farmaci e seguire bene una terapia non è una missione impossibile”.  Il progetto vuole dunque essere un invito a rendersi protagonisti e protagoniste della propria vita attraverso la cura di se stessi e se stesse, un obiettivo questo che deve essere considerato e sostenuto ogni giorno da servizi sanitari e Istituzioni. Al CnAMC-Cittadinanzattiva aderiscono oltre 100 associazioni tra cui la LILA: “Nella malattia da HIV -ha dichiarato il presidente Massimo Oldrini- l’aderenza alla terapia e al percorso di cura (Retention in Care) sono fondamentali. Sono la chiave per contrastare efficacemente l’HIV e evitare possibili complicanze indotte dai farmaci o altre infezioni o complicanze, e oggi ricoprono anche un ruolo fondamentale nel contrasto all’HIV. Una persona che assume correttamente la terapia antiretrovirale NON trasmette l’HIV e questo aiuterà a contrastare lo stigma che è ancora molto forte nei confronti delle persone con HIV”. Leggi tutto sull'iniziativa