Conchita WurstLo stato di positività all’HIV non può divenire motivo di ricatto: lo ha gridato al mondo la cantante austriaca Conchita Wurst che si è rifiutata di sottostare alla minaccia di un ex partner, deciso, per ritorsione, a rivelare al mondo la sua condizione sierologica. E così è stata lei a farlo, suo malgrado ma senza rimpianti e con la speranza di poter dare coraggio ad altre persone con HIV.

Sono positiva all’HIV da molti anniha scritto la Wurst su Instagram- una cosa che per voi, per il pubblico, non ha alcuna rilevanza, ma un mio ex ragazzo ha minacciato di rendere pubbliche queste informazioni private ed io non potrò mai dare a nessuno il diritto di spaventarmi e influenzare la mia vita; Oggi mi libero così da questa spada di Damocle”.

29 anni, voce incantevole, l’artista drug ha vinto l’Eurovision 2014 con il brano “Rise like a Phoenix”,  titolo quasi profetico per chi non ci sta a lasciarsi distruggere trasformando un gesto potenzialmente devastante in un atto di libertà: “Con il mio coming out spero di aiutare a prendere più coraggio nella lotta alla stigmatizzazione delle persone con HIV” ha scritto Conchita, spiegando come la sua sia stata una decisione non facile: “ci sono tante ragioni per cui non volevo rendere pubblica questa informazione. Innanzitutto la mia famiglia, che sapeva e mi ha sostenuto fin dal primo giorno, ma cui volevo evitare questa esposizione. In secondo luogo –ha proseguito- ritengo che questa informazione dovesse interessare principalmente le persone con cui avrei potuto avere rapporti sessuali”.

La Wurst ha poi rassicurato i fans sul suo stato di salute dando un importante contributo alla conoscenza del concetto di TasP (treatment as prevention): “Sono in trattamento medico da quando ho ricevuto la diagnosi e, da molti anni, senza interruzione, la mia carica virale è diventata non rilevabile, vale a dire che non sono in grado di trasmettere il virus –ha spiegato- sto bene, e sono più forte, più motivata e più libera che mai”.

Concita Wurst è tra i pochissimi personaggi pubblici di rilievo internazionale ad aver deciso, in questi ultimi anni, di rivelare la propria positività all’HIV. E’ stata anche tra le poche a parlare del successo raggiunto grazie alle terapie Antiretrovirali che possono rendere le persone con HIV non più infettive. La Tasp è una conquista scientifica ancora poco conosciuta e, spesso, volutamente sottaciuta ma che può avere un impatto fondamentale per la prevenzione del virus e per la lotta allo stigma contro le persone Hiv positive. Concita ha oggi dato un grande contributo a questa battaglia. I suoi fans sono stati i primi a comprenderlo sommergendola sui social di messaggi di solidarietà e ammirazione. A lei anche il ringraziamento della LILA.