ICAR2018protestaICAR 2018

Anche quest'anno l’appuntamento con ICAR, the Italian Conference on AIDS and Antiviral Research, che si è tenuto a Roma dal 22 al 24 maggio 2018, si è rivelato un'occasione importante di confronto e di aggiornamento su tutti i temi che riguardano l'HIV e non solo. Vasta la rappresentanza di associazioni e community che hanno connfermato il loro ruolo attivo con la presentazione di relazioni e ricerche. Tre i lavori presentati dalla LILA. La conferenza è stata per le associazioni anche un occasione di denuncia con due azioni dirette volte a protestare contro i tagli ai servizi e all'assistenza, a sollecitare una rapida apllicazione del PNAIDS (Piano Nazionale AIDS), a reclamare un'immediata implementazione della PrEP.  Di questi temi abbiamo parlato con il professore Massimo Galli, presidente della SIMIT mentre la Professoressa Antonella Castagna, responsabile malattie infettive del San Raffaele di Milano, ci ha aiutato a fare il punto sull' avvento di nuovi farmaci, anche in relazione al fenomeno della farmacoresistenza

 Qui gli articoli e le interviste

bandiera arcobalenoL'Oms rimuove la transessualità dall'elenco delle malattie mentali. Il plauso della LILA

Lo scorso 18 giugno l'Organizzazione mondiale della Sanità ha finalmente cancellato la transessualità dalla lista ufficiale delle malattie mentali. "Le evidenze hanno chiarito che non si tratta di una patologia psichiatrica, basta alimentare lo stigma" ha riconosciuto l'OMS.  Esultano i movimenti LGBT di tutto il mondo che da anni si battevano per questo obiettivo. La LILA: "E' una decisione importante che rafforza i diritti delle persone trans. Ora la legislazione italiana si adegui".   

 Leggi tutto

Untori Sentenza untori Milano 1630Il caso di Ancona e l'eterno ritorno (mediatico) degli "untori"

Il caso dell'uomo di Ancona che avrebbe consapevolmente trasmesso l'infezione da HIV a decine di persone riporta in primo piano la necessità di un'informazione corretta e non discriminatoria sul virus e sulla prevenzione. L'uso di termini come "untore"  e di alcuni cliché comunicativi, ampiamente utilizzati da diversi media per raccontare questa vicenda, rischiano invece di moltiplicare la confusione delle persone su questi argomenti e di diffondere pregiudizi e paure incontrollate. Alle persone coinvolte, che ora temono per la propria salute, la LILA non può che esprimere vicinanza e attenzione. Le nostre helpline sono aperte a chiunque abbia bisogno di informazione e supporto. 

Leggi l'articolo

Anziani fotolia 130655330 1Invecchiamento e HIV: un nuovo scenario

Grazie alle terapie antiretrovirali (ART), per le persone con HIV che vivono nei paesi a welfare avanzato si vanno aprendo prospettive di vita a lungo termine, con standard sempre più vicini a quelli della popolazione generale. Alcune stime prevedono che il 70% delle persone HIV positive nel 2030 avrà più di cinquant’anni. Sta dunque crescendo rapidamente la prima generazione anziana con HIV: ma questi anni di vita guadagnati saranno o meno anni in buona salute? Come affrontare le nuove sfide cliniche, mediche e socio-sanitarie poste dall’invecchiamento delle PLHIV? A queste domande ha tentato di dare una prima risposta il “1st geriatric HIV medicine summit” svoltosi a Roma lo scorso febbraio. In questo speciale vi diamo conto dei principali temi emersi e del nuovo scenario che si va delineando. Ci aiutano in questo percorso le interviste a tre autorevoli medici e studiosi italiani: Andrea Antinori, Antonio Di Biagio e Giovanni Guaraldi.

La nuova campagna Lila sulla TasP

È la prima campagna italiana dedicata al tema della TasP (treatment as prevention) e aderisce alla più ampia campagna internazionale “U=U, Undetectable=Untrasmittable”, ossia “Non rilevabile = Non trasmissibile”. L'obiettivo è diffondere una recente quanto straordinaria acquisizione scientifica:le persone con HIV che seguono regolarmente le terapie e che abbiano stabilmente conseguito una carica virale non rilevabile, non trasmettono il virus. Scopri di più

tel

Se hai dei dubbi chiamaci. Ponici le domande che l’Aids ti pone
La Lila è presente sul territorio con le sue sedi locali. Se hai bisogno di informazioni, ascolto e orientamento ai servizi qui trovi giorno per giorno, i numeri Lila che puoi chiamare, nel rispetto dell'anonimato. 
frecciaLila Helpline

banner lilanews notizie