High Level Meeting on AIDS 2021

Visite: 114

Data: 29 aprile 2021
Autore: UNAIDS

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha convocato la High Level Meeting sull’Aids 2021 che si terrà a New York tra l'8 e il 10 giugno 2021, invitando gli Stati membri a partecipare al massimo livello. La riunione esaminerà i progressi compiuti nella riduzione dell'impatto dell'HIV dall’ultimo High Level Meeting dell'Assemblea Generale su HIV e AIDS del 2016, e l'Assemblea Generale prevede di adottare una nuova dichiarazione politica per guidare la direzione futura della risposta alla pandemia. La riunione sarà il trampolino di lancio per un decennio di azioni atte a ridurre le disuguaglianze e sradicare i determinanti sociali che alimentano l'epidemia di HIV e giunge in un momento storico per la risposta all'AIDS, 40 anni dopo l'emergere dei primi casi di HIV e a 25 anni dalla creazione dell'UNAIDS.

UNAIDS incoraggia il massimo livello di partecipazione governativa alla riunione ad alto livello del 2021 e il pieno impegno della società civile e di tutte le altre parti interessate.
La risoluzione adottata dall’assemblea generale il 23/2/2021 sull’organizzazione dell’High Level Meeting 2021 evidenzia che ora più che mai, sono necessarie risposte basate su prove e rinnovata volontà politica, soprattutto di fronte agli oneri aggiuntivi imposti dalla pandemia di Covid-19, al fine di concentrare gli sforzi e le risorse laddove sono più necessarie.

UNAIDS ha istituito una task force multilaterale (MSTF) composta da 16 membri in rappresentanza della società civile e del settore privato per facilitare il coinvolgimento della società civile nel prossimo HLM2021.
Ha inoltre istituito un gruppo consultivo della task force per sostenere la task force multilaterale. Include individui che lavorano, tra gli altri, nei settori della pediatria e dell'HIV, servizi sanitari, diritti umani, uguaglianza di genere, mondo accademico, leadership giovanile e altro ancora.
La dichiarazione della società civile HLM 2021.
C'è una crisi nella risposta all'HIV. Negli ultimi cinque anni, il mondo non ha raggiunto nessuno degli obiettivi di prevenzione, diagnosi e trattamento stabiliti nella dichiarazione politica del 2016 sull'HIV/AIDS, con progressi in particolare in materia di prevenzione dell'HIV. La riunione ad alto livello del 2021 sull'HIV/AIDS – e la dichiarazione politica che ne deriva – sono l'ultima occasione per creare uno slancio sostenuto per le politiche, i programmi e i finanziamenti necessari per porre fine all'HIV come minaccia sanitaria globale entro il 2030.
Al fine di concentrare gli sforzi e le risorse laddove sono più necessari, si chiede una dichiarazione politica che riconosca esplicitamente chi è più a rischio di HIV e le cause che lo determinano, che si impegni a finanziare e sostenere programmi efficaci e ritenga responsabili gli Stati membri delle proprie azioni.

La dichiarazione della società civile si basa sulle consultazioni regionali dell'UNAIDS, su oltre 700 intervistati e sul contributo della società civile che ascolta più parti interessate. Le organizzazioni, le reti e le istituzioni possono approvare la dichiarazione. Quanto più la dichiarazione riceve il sostegno delle organizzazioni, tanto più diventa uno strumento per sostenere l'advocacy con le delegazioni e le missioni nazionali che hanno portato alla riunione ad alto livello e all'adozione della dichiarazione politica sull'HIV/AIDS.

Allegati:
Accedi a questo URL (https://www.lila.it/images/doc/mondo/UNAIDS2021-HLMcsDeclaration.pdf)UNAIDS High Level Meeting Declaration[01][1.300 Kb]
Stampa