aspetti legislativi
Parola chiave:
Totale: 9 risultati.
Tag: aspetti legislativi
Articolo
V Libro Bianco sulla legge Fini-Giovanardi
(Droghe)

Data: giugno 2014Autore: La società della ragione Onlus, Forum Droghe, Antigone, CNCA, con l'adesione di CGIL, Comunità di San Benedetto al Porto, Gruppo Abele, Itaca, ITARDD, LILA Onlus, Magistratura Democratica e Unione delle Camere Penali ItalianeCon la sentenza della Corte Costituzionale del 12 febbraio 2014, la legge Fini-Giovanardi è stata abolita e si è tornati alla legge del 1990, con le modifiche introdotte nel 1993 dal referendum popolare e quelle del decreto Lorenzin.Il V Libro Bianco offre una valutazione finale sui risultati dell'inasprimento repressivo introdotto nel 2006 dall'allora governo Berlusconi. Una valutazione preziosa per pianificare una riforma organica della legislazione antidroga.

Leggi tutto...

La Legge 68 del 1999 - "Norme per il diritto al lavoro dei disabili"
(Diritti)

Data: 12 marzo 1999Autore: Parlamento Italiano

La legge 68 del 1999 - "Norme per il diritto al lavoro dei disabili" - promuove l’inserimento e l’integrazione delle persone disabili nel mondo del lavoro, attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato. La legge si rivolge alle persone disabili in età lavorativa, che abbiano compiuto i 16 anni di età e che non abbiano raggiunto l’età pensionabile, e include diverse tipologie di disagio tra cui quella degli invalidi civili. Una persona con Hiv/Aids cui sia riconosciuto un grado di invalidità pari o superiore al 46%, fino al 100% purché con residue capacità di lavoro accertate da una commissione medica, può chiedere l’iscrizione alle liste delle categorie protette all’ufficio di collocamento per disabili. Laddove l’inserimento lavorativo non sia immediatamente possibile, gli uffici competenti promuovono azioni di orientamento, formazione e sostegno, d’intesa con altri enti e servizi, per raggiungere l’obiettivo dell’integrazione lavorativa.

Leggi tutto...

La Legge 104 del 1992 - "Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate"
(Diritti)

Data: 5 febbraio 1992Autore: Parlamento Italiano

Le persone con Hiv, e i genitori o familiari conviventi che assistano una persona in Aids in situazione di gravità, possono fare richiesta dei benefici previsti dalla legge 104/92 – “Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate”. Tali benefici comprendono il diritto a dei permessi retribuiti e il diritto di scegliere, laddove sia possibile, la sede di lavoro più vicina al proprio domicilio e a non essere trasferiti senza il proprio consenso.

Leggi tutto...

La Legge 135 del 1990
(Diritti)

Data: 5 giugno 1990Autore: Parlamento Italiano

Legge del 5 giugno 1990, n. 135 "Programma di interventi urgenti per la prevenzione e la lotta contro l'AIDS".Un passo importante per contrastare la diffusione delle infezioni da HIV, assicurare l'idonea assistenza alle persone affette da AIDS e tutelare i diritti della persone HIV positive in Italia.

Leggi tutto...

Carcere tra passato e presente
(Diritti)

Data: 15 giugno 2013Autore: Massimo Oldrini - Presidente LILA Milano Onlus - Responsabile Area Riduzione del Danno LILA Nazionale - Coordinamento LILA Nazionale Dall'emergenza Aids dei primi anni '80 ad oggi, il tema HIV e Carcere è sempre stato presente all'interno della Federazione LILA. Presenti all'interno delle carceri con i progetti, attivi sul piano politico istituzionale.Azioni a contrasto di proposte di legge e circolari per obbligatorietà del test in carcere e altre battaglie. Una sintesi del nostro impegno 25ennale sul tema.

Slide della relazione presentata a Nocera Terinese in occasione della Formazione Nazionale LILA "Riduzione del Danno alle Sbarre", dedicata alle iniziative di Harm Reduction in Carcere.

Leggi tutto...

Il carcere oggi - dal Ministero di Grazia e Giustizia a quello della Salute
(Diritti)

Data: 15 giugno 2013Autore: Giancarlo Condoleo - Coordinamento Nazionale LILA Onlus - Presidente di LILA Lazio dal 2000 al 2004. Partecipa alla Consulta per i problemi penitenziari del Comune di Roma

La Riforma, che ha avuto concepimento nel 1999 ad opera del Ministro Bindi, prevede il passaggio della competenza sulla salute dei detenuti dalla Sanità Penitenziaria, gestita dal Ministero della Giustizia, al Servizio Sanitario Nazionale - Regioni, Aziende Sanitarie e Autonomie locali - per garantire a tutti i detenuti e le detenute il diritto alla salute e alla cura nella stessa misura è qualità di cui usufruiscono tutte le persone libere.Che impatto ha avuto sulle persone con HIV detenute?

Slide della relazione presentata a Nocera Terinese in occasione della Formazione Nazionale LILA "Riduzione del Danno alle Sbarre", dedicata alle iniziative di Harm Reduction in Carcere.

Leggi tutto...

Dichiarazione di Oslo sulla Criminalizzazione in Hiv
(Nel mondo)

Data: 13 febbraio 2012Autore: Società civile internazionale.A Oslo, in Norvegia, alla vigilia della Consultazione Politica di Alto Livello sulla Scienza e il Diritto della Criminalizzazione della Non-rivelazione, Esposizione e Trasmissione dell'HIV (High Level Policy Consultation on the Science and Law of the Criminalisation of HIV Non-disclosure, Exposure and Transmission) convocata dal Governo della Norvegia e dal Programma delle Nazioni Unite sull'HIV/AIDS (UNAIDS), un gruppo di individui e organizzazioni della società civile di tutto il mondo, preoccupati dall'uso inappropriato ed eccessivo della legge criminale per giudicare e punire persone che vivono con l'HIV per comportamenti che in ogni altra circostanza sarebbero considerati legali, si rivolgono a Ministri della Salute e della Giustizia e agli altri decisori politici di rilievo nonché agli attori del sistema giuridico.

Leggi tutto...

Advancing HIV Justice
(Nel mondo)

Data: Giugno 2013Autore: HIV Justice Network e GNP+ (Global Network of People Living with HIV

Un documento sulla stato dell'arte delle azioni della società civile contro le leggi che criminalizzano l'esposizione e la trasmissione dell'HIV

Leggi tutto...

Ending overly broad criminalisation of HiV non-disclosure, exposure and transmission: critical scientific, medical and legal considerations
(Nel mondo)

Titolo: Porre fine all'estesa criminalizzazione per chi non rivela il proprio stato sierologico di persona affetta da Hiv, dell'esposizione dei propri partner al virus e della sua trasmissione: considerazioni scientifiche, medico legali e giuridiche.Data: Maggio 2013Autore: UNAIDS - Joint United Nations Programme on HIV/AIDS

Documento che segue il Policy brief on criminalisation of HIV transmission, stilato nel 2008 dall'UNAIDS e dall'UNDP - United Nations Development Programme. Linee guida per governi, politici, forze dell'ordine e società civile, incluse le persone che vivono con l'HIV, con l'obiettivo di limitare e porre fine alla troppo ampia applicazione delle leggi penali in materia di HIV.

Leggi tutto...