discriminazioni
Parola chiave:
Totale: 4 risultati.
Tag: discriminazioni
Articolo
Global Aids Update 2021 - Affrontare le disuguaglianze
(Nel mondo)

Data: luglio 2021Autore: UNAIDS 2021

L’aggiornamento globale lanciato da UNAIDS evidenzia che le PLWHIV sono più vulnerabili al COVID-19, e che l'aumento delle disuguaglianze impedisce loro di accedere ai vaccini COVID-19 e ai servizi HIV.

Leggi tutto...

Global Aids Strategy 2021/2026. End inequalities. End Aids.
(Nel mondo)

Data: 25 marzo 2021Autore: UNAIDS

UNAIDS ha adottato una nuova Strategia Globale AIDS 2021-2026 per portare ogni paese e ogni comunità sulla strada giusta per porre fine all'AIDS come minaccia alla salute pubblica entro il 2030.

Leggi tutto...

Report UNAIDS 2020 (Dati 2019)
(Nel mondo)

Autore: UNAIDSData: 2020

Se il mondo era già in notevole ritardo nella sua corsa per la fine dell’AIDS come minaccia alla salute pubblica entro il 2030, la pandemia di COVID-19 potrebbe far rallentare ancor di più il passo. Una nuova epidemia ha messo fortemente in crisi il sistema sanitario di tutti i paesi, con conseguenze molto pesanti sulla risposta globale all’HIV, attraverso un rallentamento nella produzione e distribuzione dei farmaci, e un’interruzione di tanti servizi di assistenza per le persone che vivono con l’HIV. Secondo una stima condotta da UNAIDS e OMS un’interruzione di sei mesi nella distribuzione dei farmaci potrebbe portare a 500.000 nuovi decessi legati all’AIDS soltanto nell’Africa sub-sahariana entro la fine del 2021.

Leggi tutto...

Report UNAIDS WAD 2018 - “Vivi la vita positivamente - Conosci il tuo stato"
(Nel mondo)

Data: edizione novembre 2018Autore: UNAIDS

“Fare il test per l’HIV rappresenta il punto d’accesso fondamentale al trattamento dell’HIV, alla prevenzione e ai servizi di supporto e assistenza.”Michel Sibidé, Executive director di UNAIDS

Per il primo dicembre, la Giornata mondiale contro l’AIDS, i riflettori sono puntati sull’accesso al test. E per un buon motivo: sono 37 milioni le persone nel mondo che vivono con l’Hiv, il numero più alto di sempre, eppure un quarto di loro non ne è consapevole.Conoscere il proprio stato sierologico ha molti vantaggi: è un punto d’accesso fondamentale al trattamento, alla prevenzione e ai servizi di supporto e di assistenza per le persone con HIV. Le persone che risultano positive al test dovrebbero accedere immediatamente alle terapie ART in grado di preservare la loro salute e, una volta raggiunta la soppressione della carica virale, di prevenire la trasmissione del virus.Conoscere il proprio stato permette anche una maggiore consapevolezza nella scelta degli strumenti di prevenzione, come i servizi per prevenire la trasmissione del virus ai bambini, i condom e i femidom, i servizi di riduzione del danno per le persone che fanno uso di droghe per via iniettiva, la circoncisione maschile medica volontaria e le profilassi pre e post-esposizione.

Leggi tutto...