campagne di comunicazione
Parola chiave:
Totale: 50 risultati.
Tag: campagne di comunicazione
Articolo
Piano Nazionale di interventi contro HIV e AIDS (PNAIDS)
(Prevenzione)

Data: 31 ottobre 2017Autore: Ministero della Salute

Il PNAIDS/HIV è stato presentato dalla ministra della Salute Beatrice Lorenzin nel novembre del 2016 e recepito dalla Conferenza Stato-Regioni nella seduta dello scorso 26 ottobre 2017. Si tratta del primo piano nazionale AIDS di cui si dota l’Italia e la sua elaborazione ha visto un ampio coinvolgimento delle associazioni e della società civile. Previsti interventi innovativi e in linea con gli obiettivi indicati dalle agenzie Internazionali (ONU/UNAIDS/OMS). Al momento non è stato tuttavia dotato di specifiche risorse finanziarie che ne rendano possibile una piena ed efficace attuazione.

Leggi tutto...

Aids. Proteggiti semplicemente.
(Prevenzione)

Data: novembre 2011Autore: LilaPieghevole informativo sull'Hiv/Aids e vie di trasmissione, con focus su trasmissione sessuale e safer sax, test per l'Hiv. Realizzato dalla Lila nell'ambito della Campagna di comunicazione "Aids. Proteggiti semplicemente".

Leggi tutto...

Report UNAIDS "Giovani e Hiv: Approccio a tre lenti per la partecipazione giovanile"
(Nel mondo)

Data: luglio 2018Autore: UNAIDS

Approccio a tre lenti per la partecipazione giovanile:-Lavorare per i giovani come beneficiari-Relazionarsi con i giovani come partner-Sostenere i giovani come leader

Leggi tutto...

Noi possiamo.
(Campagne)
La risorsa locale /web/htdocs/www.lila.it/home// non è leggibile

“Noi possiamo”, la prima campagna italiana sulla TasP

La campagna che LILA lancia in occasione del suo trentennale è dedicata a far conoscere il tema TasP (Treatment as Prevention - Terapia come Prevenzione), il rivoluzionario concetto scientifico secondo il quale le persone con Hiv, che seguono regolarmente le terapie antiretrovirali (ART) e che hanno stabilmente una carica virale non rilevabile, non trasmettono il virus.

La campagna “Noi Possiamo” è la prima in Italia su questa straordinaria acquisizione scientifica e aderisce ad una più ampia campagna internazionale lanciata un anno fa dalla rete Prevention Access Campaign denominata “U=U, Undetectable=Untrasmittable”, ossia “non rilevabile=non trasmissibile”, che sta riscuotendo in tutto il mondo adesioni e sostegno da parte di istituzioni pubbliche e private, comunità scientifiche, associazioni e Ong.

Leggi tutto...

Dal 20 novembre al 3 dicembre 2016 Sms e chiamate solidali al 45517 - Fatti un regalo, fai il Test!
(Campagne)
Campagna conclusa Sostieni l’impegno della LILA per la promozione del test HIV

Cari amici e care amiche, la LILA, Lega italiana per la lotta all’AIDS, è impegnata anche quest’anno in una campagna di prevenzione di grande rilievo sociale: promuovere la diffusione del test dell’HIV tra la popolazione per diminuire drasticamente il numero di quanti non siano consapevoli di aver contratto il virus.Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, in Italia, tra le persone con HIV, almeno 1 su 4 non è a conoscenza del proprio stato di positività ed oltre metà delle diagnosi avviene in una fase molto avanzata dell’infezione.

E’ questa una tendenza da invertire radicalmente, perché conoscere il proprio stato sierologico ed accedere tempestivamente alle cure, è fondamentale per preservare la salute delle persone che abbiano contratto l’HIV e, di conseguenza, per contenere il diffondersi dell’infezione.

La LILA per questo ha attivato e sta attivando servizi in grado di offrire test rapidi, anonimi e gratuiti presso le proprie sedi o in altri contesti non istituzionali, in cui ciascuno possa sentirsi accolto e non giudicato. I servizi, aperti anche in orari serali e nei fine settimana, propongono con il test anche colloqui di supporto e orientamento da parte di qualificati staff di volontari e, laddove necessario, un accompagnamento ai servizi pubblici.

Leggi tutto...

Fatti un regalo: fai il test!
(Campagne)

Campagna conclusa

Essere positivi non è la fine del mondo.Se c'è chi ti aiuta.

"L'HIV colpisce in modo silenzioso ancora troppe persone e continuare a parlarne per alzare il livello di attenzione soprattutto fra i giovani è doveroso, non solo in occasione del 1° dicembre. Ancora troppi ragazzi sottovalutano i rischi di infezione, non sono informati sulla necessità della prevenzione e non sanno che in pochi minuti, grazie a un semplice test, si può scoprire di aver contratto il virus oppure no. Per prevenire la diffusione dell’AIDS, fare il test HIV è fondamentale! Per questo ho scelto di sostenere LILA che organizza giornate di test gratuito e supporta ragazzi e ragazze positivi all’HIV."

A lanciare l’appello è la cantante Nina Zilli, testimonial della nuova campagna Fatti un regalo, fai il test! di LILA Onlus - Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids che dal 22 novembre al 6 dicembre raccoglie fondi attraverso l’SMS solidale al 45504 per promuovere la conoscenza e la diffusione del test rapido salivare per l’HIV che consente una diagnosi tempestiva e la cura e l’adozione di comportamenti corretti per prevenire la trasmissione ad altri.

Il tuo contributo è importante. Dona ora al 45504!

Dona 2 euro con SMS da tutti i cellulari TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile e CoopVoce. Chiamando lo stesso numero da rete fissa si puoi donare 2 euro con Vodafone e TWT, oppure 2 o 5 euro con Infostrada e Fastweb.

Leggi tutto...

Contro l'Aids, sosteniamo Lila
(Campagne)

Campagna conclusa!Continua a donare qui! Contro l'Aids, con la testa e con il cuore.

Per combattere l’AIDS ci vogliono testa e cuore. La testa usala sempre, in ogni rapporto sessuale, utilizzando il preservativo. Il cuore ti chiediamo di usarlo oggi, donando a Lila, tramite numerazione solidale - SMS o chiamata da telefono fisso - al 45508, dal 23 Novembre al 7 Dicembre 2014.E' possibile inviare un SMS del valore di 2 euro da tutti i cellulari TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca. Chiamando lo stesso numero da rete fissa si possono donare 2 euro con TeleTu e TWT, oppure 2 o 5 euro con Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.Testimonial per LILA Onlus è la conduttrice televisiva Elena Di Cioccio che per il terzo anno ha rinnovato il suo impegno a fianco della Lila prestando pro bono la propria immagine per la campagna raccolta fondi, destiinata al progetto "Donna - Prevenzione al Femminile"

Leggi tutto...

Lavorare è un diritto
(Campagne)
Qualsiasi sia il lavoro, l’Hiv non conta!

La Costituzione italiana, leggi nazionali e norme internazionali tutelano il diritto al lavoro da ogni forma di discriminazione, anche per motivi di salute e per l’Hiv.Eppure ignoranza e pregiudizi ancora ostacolano questo diritto: richieste illegittime di test per accedere a un bando o per ottenere un lavoro, licenziamenti, trasferimenti e cambi mansione immotivati, violazioni della privacy. Lavorare è un diritto, combattiamo ignoranza e pregiudizi!Fermiamo l’Hiv, non le persone con Hiv!

Leggi tutto...

Contro l'Aids, io sto con LILA.
(Campagne)

Tutti possiamo, insieme, partecipare all'obiettivo di fermare l'HIV.

Con una donazione.Partecipa anche tu.

Tramite numerazione solidale - SMS o chiamata da telefono fisso - al 45505, dal 18 Novembre all'8 Dicembre 2013.E' possibile inviare un SMS del valore di 2 euro da tutti i cellulari TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca. Chiamando lo stesso numero da rete fissa si possono donare 2 euro con TWT, oppure 2 o 5 euro con Telecom Italia, Fastweb e Infostrada.Testimonial per LILA Onlus è la conduttrice televisiva Elena Di Cioccio che per il secondo anno ha rinnovato il suo impegno a fianco della Lila prestando pro bono la propria immagine per la campagna raccolta fondi.

La raccolta fondi è destinata al progetto "Donna - Prevenzione al Femminile"Il tuo contributo è importante. Dona ora!

Leggi tutto...

Voteresti per me se fossi sieropositivo?
(Campagne)

La campagna sfrutta la popolarità dei leader politici in vista delle elezioni politiche del 2013 per veicolare un messaggio semplice: sapere che una persona ha l'Hiv quanto cambia l'opinione che ne abbiamo?

Il coinvolgimento della politica e dell'opinione pubblica rafforza il messaggio di sostegno alle persone sieropositive, per lo sviluppo di una società che sta al loro fianco, nella convinzione che fermare l'Hiv non significa fermare le persone con l'Hiv. La lotta contro Hiv e Aids comprende infatti, oltre a prevenzione e accesso a test e terapie, la denuncia delle ingiustizie, della negazione di diritti, di tutto ciò che nella società rende difficile la vita e danneggia la salute delle persone che vivono con Hiv, la cui dignità non può essere messa in discussione.

La campagna provoca riflessione, non pietà, in un contesto sociale ancora attraversato da un pensiero convenzionale che vede le persone con Hiv con paura e pregiudizio, in qualche modo diverse. La sua azione è molteplice e non si riduce a semplice provocazione. I leader politici sono resi consapevoli del loro ruolo, i cittadini sono stimolati a porsi domande sulla capacità di rispettare gli altri e di cambiare i comportamenti, le persone sieropositive ricevono un messaggio solidale. Stigma e discriminazione non sono inevitabili e vanno denunciati in quanto ingiustificati e inaccettabili.

Leggi tutto...

Contro l'Aids, con la testa e con il cuore
(Campagne)

CAMPAGNA 2012 - CONCLUSA La campagna DONNA – prevenzione al femminile

In occasione del suo 25° anniversario LILA Onlus - Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids, dal 28 ottobre al 3 novembre lancia una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con SMS solidale al 455XX per sostenere il progetto “DONNA - prevenzione al femminile”.

Linee telefoniche dedicate, sportelli di ascolto nelle sedi locali, produzione e diffusione di materiali informativi sono solo alcune delle iniziative che LILA promuoverà sul territorio nazionale per migliorare la conoscenza delle donne sull’HIV.

Il progetto “DONNA - prevenzione al femminile” nasce come risposta alla situazione italiana che in dieci anni, dal 1998 al 2009, ha registrato una continua crescita dei casi di HIV con un aumento dal 13,3 al 79% di quelli attribuibili a rapporti sessuali non protetti. In questo contesto l’intervento della LILA sarà rivolto alla popolazione femminile che, a causa di una serie di fattori biologici, sociali e culturali, è maggiormente esposta al rischio di contrarre l’HIV.

Leggi tutto...

Aids. Proteggiti semplicemente.
(Campagne)

La nuova campagna di prevenzione della Lila punta ancora una volta ad attivare comportamenti sessuali sicuri e promuove l’uso del profilattico, unico strumento in grado di tutelare chiunque abbia una vita sessuale attiva.

L’infezione da Hiv continua infatti a propagarsi e ha ormai assunto una precisa connotazione sessuale, con il 79% delle nuove infezioni dovute a rapporti sessuali. L’uso del profilattico continua ad essere una delle strategie principali di contrasto all’HIV raccomandate da tutte le agenzie internazionali, che attraverso l’uso dei preservativi maschili e femminili, l’accesso al test e la terapia antiretrovirale, si sono date come obiettivo l’azzeramento dell’infezione come dice l’esplicita headline del World Aids Day 2011 “Getting to Zero”.

 “Aids. Proteggiti semplicemente” nasce da un gruppo di giovani creativi che hanno colto nel segno: rendere semplice e naturale ciò che è vissuto ancora con difficoltà. Basterebbe proteggersi usando il preservativo, eppure tanto semplice non è: barriere culturali, pregiudizi, cattiva informazione fanno del preservativo ancora un tabù. Questa campagna ci consente di vedere quanto ci renda liberi proteggerci semplicemente, e ci mostra tutta la naturalezza di un gesto che può far parte della nostra intimità.

Leggi tutto...

Yes we condom
(Campagne)

YES WE CONDOM è la campagna di sensibilizzazione della LILA all’uso del profilattico nei rapporti sessuali.Si rivolge alla popolazione in generale, parlando sia alle persone eterosessuali che a quelle omosessuali.Sei sono i soggetti, di differente sesso, età e orientamento sessuale. Ma il gesto e la frase sono gli stessi: tutti ci mostrano con convinzione un profilattico e affermano “Yes We Condom”.“Yes We Condom” cita il celebre “Yes We Can” di Obama. Una frase assertiva, forte e convinta, che mette insieme la potenza dell’affermazione (Yes/Sì), il protagonismo del proprio ruolo in ogni sfida (We/Noi), e la scelta del Condom/Profilattico cui fa eco il Can/Potere del motto originale: il preservativo diventa così simbolo di una volontà di cambiamento, che si oppone alla rinuncia del piacere e del sesso e alla rimozione del problema Hiv, scegliendo la consapevolezza e la tranquillità di un sesso protetto.

Leggi tutto...

LILA Lazio | Studenti protagonisti della lotta all'Aids
(Prevenzione)

Realizzato da: LILA Lazio, in collaborazione con Coordinamento Romano HivFinanziato da: Comune di RomaPeriodo: febbraio 2014 - dicembre 2015.Video e un kit per proteggersi dall'Hiv: sono state presentate il 1° dicembre le opere ideate nell'ambito del progetto “HIV? Sintonizzati” promosso in dieci licei romani dal coordinamento per la lotta al virus del comune di Roma di cui LILA fa parte insieme ad altre associazioni. Annamaria Vatrella (LILA Lazio) racconta il lavoro svolto con i ragazzi nelle scuole Di Vittorio e Lattanzio.

Leggi tutto...

LILA Milano | Sperimentazione di un intervento per favorire la diagnosi tempestiva dell’infezione da HIV attraverso l’offerta attiva di test rapido salivare
(Prevenzione)

Realizzato da: LILA Milano, LILA Catania, LILA Calabria e LILA Trentino.Finanziato da: Ministero della SalutePeriodo: 2013

E' partito il progetto promosso dalla Consulta delle Associazioni per la lotta contro l'AIDS e finanziato dal Ministero della Salute che ha lo scopo di valutare fattibilità ed efficacia di un intervento di offerta attiva di Test rapido salivare in un approccio "Provider initiated counseling and testing" in contesti non sanitari.

L'approccio PICT, che prevede che il test venga proposto, con adeguata informazione e consenso informato, a tutte le persone maggiormente vulnerabili che accedono a servizi nei quali l'attesa di prevalenza media di infezione da HIV è superiore a quella della popolazione generale, in questo progetto viene associato all'approccio, già sperimentato in altri paesi, di rendere disponibile il test in contesti non sanitari (community sites) o in servizi dedicati a gruppi di popolazione vulnerabili che possano attrarre persone con comportamenti che li espongano a rischio di infezione.

Leggi tutto...

LILA Milano e LILA Nazionale premiano i giovani creativi e le giovani creative della NABA, la Nuova Accademia di Belle Arti
(dalle sedi)

Lo scorso 9 marzo, presso la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, si è svolta la proclamazione dei vincitori di un concorso, frutto della stretta collaborazione tra LILA, Fondazione LILA Milano e NABA.

Leggi tutto...

Lettera aperta a Mattarella: emergenza Hiv tra i giovani, serve una strategia a partire dalle scuole
(notizie)

Abbiamo scritto al Presidente della Repubblica per chiedere il suo intervento per bloccare l'epidemia di Hiv che in Italia colpisce ogni anno circa 4000 persone con incidenza maggiore tra i giovani. Chiediamo in particolare che siano avviati nelle scuole percorsi di educazione all'affettività e alla sessualità.

Leggi tutto...

Firmiamo! Per le nuove cure anti Epatite C a chi ha una coinfezione Hiv/ Hcv
(notizie)

Ha preso il via con una lettera che come Lila abbiamo deciso di pubblicare, è diventata un appello ed è stata sottoscritta da quasi 5mila di cittadini indignati. Rilanciamo ora, insieme alle associazioni Nadir e Plus, la petizione per l'accesso delle persone con co-infezione alle terapie innovative contro l'Epatite C.

Leggi tutto...

Hiv e media: LILA insieme a Redattore Sociale per “Parlare Civile”
(notizie)

La guida online per i giornalisti sui temi a rischio discriminazione è da oggi arricchita con cinque parole chiave sul mondo dell'Hiv

Leggi tutto...

Qualsiasi sia il lavoro l'Hiv non conta!
(notizie)

Un convegno per discutere di Hiv e mondo del lavoro. L'appuntamento è a Roma per giovedì 15 maggio, con l'obiettivo di fare il punto sulle leggi, la realtà dei fatti e la vita dei lavoratori che vivono con l'Hiv. Oltre ai relatori della Lila, al tavolo siederanno altri rappresentanti della società civile, operatori della ricerca e membri delle istituzioni. Per parlare di aspetti legali, clinici, sociali, politici, a partire dal caso esemplare del ministero della Difesa, che accetta solo persone "Hiv negative".

Leggi tutto...