farmaci e interazioni
Parola chiave:
Totale: 3 risultati.
Tag: farmaci e interazioni
Articolo
Interazioni tra terapia antiretrovirale e droghe ricreative e/o farmaci sostitutivi
(Trattamenti)

Data: giugno 2008Autore: testo a cura di J. Rojas Lima e Silva tratto liberamente dalla rivista EATN

Dalla denuncia della situazione di discriminazione che le persone Hiv+ consumatrici di droghe iniettive e non, o in terapia farmacologica sostitutiva o ex tossicodipendenti subiscono rispetto all’accesso alla terapia antiretrovirale, l’articolo informa sulle possibili interazioni tra i farmaci che vengono utilizzati per la terapia stessa e le droghe/farmaci sostitutivi che il paziente assume in parallelo.

Leggi tutto...

Guida all’epatite C per le persone sieropositive: diagnosi, coinfezione, trattamento e sostegno
(Trattamenti)

Data: marzo 2009Autore: Simon Collins (HIV i-Base) e Tracy Swan (TAG) Edizione italiana a cura di Lila - Supervisione Alessandra Cerioli; traduzione italiana Ilaria Carlini; impaginazione Cliccaquì sas

In questa guida viene affrontato il tema della prevenzione e del trattamento dell’epatite C, specificamente in concomitanza con l’infezione da HIV. Questa guida contiene molti contributi di persone con esperienza diretta di HIV, epatite C o coinfezione HIV/HCV. Lo spirito con cui è stata scritta è quello di fornire una visione positiva nell’approccio alla gestione e al trattamento della coinfezione. La guida contiene informazioni utili sia sulle vie di trasmissione, sia sui trattamenti, sia  sugli aspetti psicosociali di chi vive con la coinfezione.Dalla passata edizione del 2007 la guida contiene alcuni aggiornamenti scientifici tra i quali:

Gli ultimi dati scientifici non sono a favore della terapia di mantenimento con interferone in pazienti che non hanno debellato il virus dell’HCV, perché il mantenimento non riduce il rischio di progressione dell’infezione epatica Sono disponibili nuove informazioni sulla misurazione della fibrosi utilizzando il FibroScan (Elastografia Epatica) Sono riportate le classificazioni della risposta al trattamento anti-HCV per quello che riguarda la Risposta Virologica Sostenuta (SVR) e Risposta Virologica Precoce (EVR) In aumento il range dei tassi di risposta al trattamento standard con peg-interferone e ribavirina per le persone con con coinfezione HIV/HCV da genotipo 1; se nel 2007 andava dal 14% fino al 29% oggi si va dal 14% fino al 38%

VAI: Guida all’epatite C per le persone sieropositive

Linee Guida Italiane Hiv/Aids
(Trattamenti)

Data: edizione novembre 2017Autore: HIV/AIDS Italian Expert Panel (EP)

Su mandato del Ministero alla Salute l'EP - composto da esperti individuati dalla Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT) e dai membri delle sezioni L e M del Comitato Tecnico Sanitario – ha redatto le Linee Guida italiane HIV/AIDS per la prescrizione della terapia antiretrovirale e per la gestione diagnostico-clinica dei pazienti HIV-positivi. Le LG, rivolte agli infettivologi e agli altri specialisti coinvolti nella gestione multidisciplinare del paziente in trattamento, forniscono anche un solido punto di riferimento per le associazioni di pazienti, gli amministratori, i decisori politici e comunque tutti gli attori coinvolti dalla problematica a diverso titolo. La parte principale è costituita dall'iniziale inquadramento generale del paziente e dai successivi passaggi della sua storia clinica. Sono poi individuate condizioni particolari quali gravidanza, abuso di sostanze, detenzione, o popolazioni a cui porre particolare attenzione quali l'anziano, la donna, il paziente immigrato, il paziente pediatrico, e situazioni specifiche quali il trapianto di organo e la profilassi post esposizione.Rispetto alla precedente versione del 2016 alcune delle novità introdotte riguardano l’invito all’attenzione per il cosiddetto “quarto 90” cioè che il 90% delle persone con HIV a viremia non rilevabile abbia una buona qualità della vita correlata alla salute (Health-Related Quality of Life)

Leggi tutto...