Dialoghi su piacere e protezione il 2 ottobre a Lecce con Lila e Fiss

In occasione della Settimana del Benessere Sessuale (28 settembre – 3 ottobre), nell'ambito di "A far l'Amore... Il festival della sessualità consapevole".

2 ottobre, ore 18.30, Palazzo Vernazza, Lecce - Un calice di vino con Roberta Rossi, sessuologa presidente della Fiss (Fed. Italiana Sessuologia Scientifica) Viviana Bello, coordinamento LILA ed Errica Goffredo, consulente La Valigia Rossa.

Favorire l'incontro tra l'esigenza di salute e protezione e la ricerca del piacere sessuale: è l'obiettivo dell'evento speciale che si terrà il 2 ottobre alle 18,30 a Palazzo Vernazza (Lecce) in cui Viviana Bello, del coordinamento Lila (Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids) e Roberta Rossi, presidente della Fiss (Federazione Italiana Sessuologia Scientifica), dialogheranno con il pubblico sui temi del benessere sessuale.

L'evento, organizzato in occasione della seconda edizione della Settimana del Benessere Sessuale (28 settembre - 3 ottobre) - nell'ambito di "A far l'Amore... Il festival della sessualità consapevole", inserito nel più vasto progetto "Lu Pilu e Lu Nsartu" - vede l'avvio della collaborazione tra Lila e la Fiss per promuovere una maggiore attenzione alla salute sessuale, senza trascurare la ricerca del piacere.

"Come associazione che si batte per la prevenzione dell'Hiv, non possiamo trascurare i dati emersi dalla ricerca della Fiss, che parlano di uno scarso uso del profilattico da parte degli italiani - nonostante la conoscenza dei rischi, perché visto come limite al piacere sessuale - o, ancora peggio, la scarsa familiarità con il profilattico femminile nonostante siano passati 23 anni dalla sua approvazione da parte dell'Oms", afferma Viviana Bello, presidente di Lila Lecce e componente del coordinamento di Lila Nazionale, commentando i risultati della ricerca "Gli italiani e il sesso" - condotta dalla Fiss e presentata nei giorni scorsi- secondo cui il 45% degli uomini non usa il profilattico perché diminuisce il piacere, anche se sanno che il rischio di contrarre infezioni sessualmente trasmissibili è alto (46,86%). Dallo studio emergono dati preoccupanti anche per quanto riguarda il femidom, il preservativo femminile: oltre il 48,62% degli uomini non lo conosce, mentre gli altri (42,66%) non l'hanno mai usato. Il 46,12% delle donne sanno dell'esistenza di questa alternativa ma nella stragrande maggioranza (98,74%) non l'hanno mai indossato.

"Questa indagine dimostra che l'informazione da sola non è sufficiente a far sì che si utilizzino metodi di prevenzione efficace, servono momenti per confrontarsi, dialogare, e aumentare la consapevolezza nelle persone sia adulte e a maggior ragione adolescenti", osserva la professoressa Roberta Rossi, psicoterapeuta sessuologa e presidente della FISS. "Serve – aggiunge - iniziare a parlare di promozione della salute sessuale individuando stili di vita e modalità di relazione che possano mantenere il benessere e non continuare solo ad intervenire sul malessere. E' necessario parlare della salute sessuale come un elemento del benessere più generale, da salvaguardare e sostenere. In questo senso l'iniziativa della Settimana del Benessere Sessuale promossa dalla FISS in tutta Italia vuole coinvolgere il grande pubblico, senza che necessariamente ci sia un problema da affrontare o risolvere, ma per conoscersi meglio".

Ufficio stampa LILA
Ludovica Jona - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel. 348 0183527
Ufficio stampa Fiss
Elisabetta Gramolini - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – Tel. 340 4959851