Falloprotetto e QuestionAids

Sugli scaffali arriva "Falloprotetto!", il primo profilattico a marchio Coop. Al fianco di COOP, LILA Onlus - Lega Italiana per la lotta contro l'Aids presenta i primi risultati dell'indagine "Questionaids" svolta con l'Università di Bologna su un campione rappresentativo di circa 12.000 persone.

FalloProtettoAltrove insegne della grande distribuzione lo hanno già sui propri scaffali, in Italia ancora nessuno si è avventurato nel settore dei dispositivi medici, nello specifico i profilattici, includendoli nei propri prodotti a marchio (in gergo private label ovvero i prodotti che portano il nome della catena distributiva o del supermercato che li pone in vendita, sui quali il controllo e le garanzie iniziano dalla prima fase produttiva).

A tenere a battesimo in Italia il primo profilattico a marchio è Coop che lancia "Falloprotetto!" (puro lattice di gomma naturale, 100% testati elettronicamente e un prezzo di vendita di circa 3 euro per la confezione da 6 pezzi ovvero il 30% in meno rispetto alla media delle marche leader: per il "sottile" addirittura il -50%)). La scelta, solo apparentemente insolita, ruota intorno a tre parole chiave: informare, prevenire e normalizzare in un Paese che fa ancora fatica a parlare di educazione sessuale, di sicurezza e quindi di profilattici (anche se se ne vendono 91 milioni di pezzi all'anno per un giro d'affari di 82 milioni di euro). "E' la prima volta che Coop entra nel settore dei dispositivi medici dopo essere entrata nel settore dei farmaci (con 4 farmaci a marchio) e degli integratori alimentari (ne sono disponibili 5 tipi), con l'obiettivo di offrire un prodotto sicuro, di alta qualità a prezzi decisamente inferiori rispetto al mercato – spiega Domenico Brisigotti, direttore del Prodotto a Marchio Coop. Crediamo che dare la possibilità ai soci e consumatori di acquistare il profilattico a marchio sia un modo per rispondere all'esigenza di vivere consapevolmente la propria sessualità oltre che tutelare la propria salute e che sia giusto nel contempo svolgere un'attività di informazione e formazione, rivolta alle giovani generazioni ma non solo".
Non a caso, a fianco di Coop, al lancio di "Falloprotetto!", la Lila (Lega Italiana per la lotta contro l'Aids) che nell'occasione presenta i primi risultati dell'indagine "Questionaids" svolta con l'Università di Bologna su un campione rappresentativo di circa 12.000 persone. Un'indagine che attraverso un semplice questionario ha voluto testare il grado di conoscenza attuale sui rischi legati alle malattie sessualmente trasmissibili, i comportamenti più abituali e l'atteggiamento che prevale nei confronti delle persone che vivono con l'Hiv. Il "Questionaids" ha anche contestualmente una funzione educational indicando i comportamenti corretti da adottare.
"Dalla ricerca - dichiara Alessandra Cerioli, presidente di Lila Onlus - emerge che le conoscenze di base sull'Hiv/Aids sono buone, ma che sono ancora troppo basse quelle relative a specifici aspetti diventati fondamentali negli ultimi 10 anni con il progredire delle conoscenze sul virus. Penso alla conoscenza della Tasp (Treatement as prevention) o al termine dei tre mesi, e non più sei, necessari per considerare definitivo l'esito del test. Resistono poi certi "falsi miti" come quelli sul contagio accidentale o sullo scambio di siringhe infette come modalità di trasmissione più diffusa in Italia, quando invece lo è il rapporto sessuale non protetto. Questo, insieme al fatto che il nostro Paese è all'ultimo posto in Europa nell'uso del profilattico e che le donne sono particolarmente esposte al rischio di infezione, la dice lunga su quanto ancora occorra mantenere alta l'attenzione su informazione e prevenzione. Per questo dal 23 novembre al 7 dicembre abbiamo lanciato una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con SMS solidale al 45508 per sostenere il progetto DONNA."

Del resto anche Coop vuole contribuire a non abbassare la guardia su un'emergenza solo apparentemente lontana e superata.
A questo servirà la partnership Lila-Coop che prevede non a caso occasioni di approfondimento successive come il rilancio attraverso i siti www.lila.it e www.e-coop.it di un Quiz sull'Hiv, ispirato al mondo del cinema ("HivCineQuiz") e al suo immaginario, attraverso il quale ci si potrà "mettere alla prova" e verificare le proprie conoscenze sul tema, e il 1° dicembre, in occasione del World Aids Day, la distribuzione gratuita attraverso i presidi territoriali Lila di 30.000 profilattici "Falloprotetto!".

 

Per informazioni:
Silvia Mastagni
Responsabile ufficio stampa Coop
Tel. 06 441811 – 335 7884168
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ufficio stampa Aragorn per Lila Onlus
Tel. 02 465 467 58 – 339 335 61 56
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

La sintesi della ricerca è disponibile su questa pagina.

Allegati:
Accedi a questo URL (http://www.lila.it/images/doc/cs2014/20141126-Falloprotetto-QuestionAids.pdf)Comunicato Stampa[277 Kb]