Relazione d'aiuto

LILA Bari | Una vacanza per i bimbi nati con Hiv che oggi sono adolescenti

scansano IonicoRealizzato da: LILA Bari
Finanziato da: autofinanziato
Periodo: dal 1995
Smuovere paure, capire che il virus non impedisce di vivere relazioni con persone sieronegative: la settimana di vacanza estiva che Lila Bari organizza da 20 anni, oggi aiuta gli adolescenti nati con Hiv ad affrontare una difficoltà in più, in un periodo della vita complesso per tutti.

Leggi tutto...

LILA Bari e LILA Toscana | Pacco Alimentare

Pacco AlimentareRealizzato da: LILA Bari e LILA Toscana
Finanziato da: autofinanziato, in collaborazione con Banco Alimentare
Periodo: dal 2000
Da oltre 10 anni LILA Bari e LILA Toscana offrono agli utenti in difficoltà una sporta di cibo in collaborazione con le locali associazioni di banco alimentare. La richiesta è aumentata negli ultimi anni con la crisi economica e i beneficiari ora non sono solo persone con Hiv, ma anche famiglie bisognose da loro segnalate.

Leggi tutto...

LILA Livorno | Assistenza domiciliare pazienti Hiv/Aids

Realizzato da: P24 LILA Livorno
Finanziato da: Usl6
Periodo: Triennale 2014-16
Gli scopi generali che l'Associazione si pone all'interno di questo progetto, sono di promuovere il benessere psicofisico e relazionale delle persone malate di AIDS, suscitare una maggiore attenzione alla propria e altrui salute e favorire l'accesso ai servizi pubblici del territorio. Le attività sviluppate sono in particolare destinate a favorire l'adesione delle persone malate ai percorsi di cura e di assistenza, in un'ottica di sanità d'iniziativa.
Tale servizio è rivolto a tutti i pazienti sieropositivi, con particolare riferimento a quelli affetti da malattia conclamata, e che necessitano di un supporto psicologico e socio-assistenziale nel proprio ambiente di vita. La segnalazione delle persone che si trovano nelle suddette condizioni viene effettuata dall'U.O. Malattie Infettive ai Coordinatori Sanitari delle Zone, nel rispetto delle norme relative alla sicurezza dei dati personali. I Coordinatori sanitari, a loro volta, attivano l'Associazione P24 per integrare l'attività dell'Associazione nel Progetto Assistenziale Individuale a favore della persona.

LILA Catania | Solidarietà senza frontiere

Realizzato da: LILA Catania
Finanziato da: Otto per mille della Chiesa Valdese
Periodo: 1 dicembre 2014 - 30 novembre 2015
Realizzazione di un intervento volto ad offrire ai soggetti delle comunità africane insediate a Catania informazioni sulla salute e prevenzione in generale, facilitando, inoltre, il collegamento con le strutture sanitarie pubbliche di trattamento e di cura delle malattie infettive, con particolare riferimento all'infezione da Hiv/Aids e alle MTS.
Il progetto prevede che le azioni di informazioni e di educazione alla salute e di prevenzione e di trattamento delle malattie infettive in generale e dell'infezione da Hiv/Aids e delle MTS in particolare, avvengano a Catania.
Gli obiettivi del progetto sono:

  1. raccogliere dati sulle comunità di accoglienza per stranieri immigrati presenti sul territorio della provincia di Catania;
  2. migliorare l'accesso ai servizi sanitari di base e specialistici per i cittadini stranieri immigrati;
  3. monitorare l'accesso degli stranieri ai servizi sanitari catanesi;
  4. promuovere azioni per l'integrazione del servizio pubblico con il privato sociale e il mondo del volontariato;
  5. informare sulle modalità di diffusione delle infezioni;
  6. ridurre la diffusione delle MTS e dell'infezione da HIV;
  7. estendere i programmi di prevenzione per HIV e MTS in maniera diretta e indiretta a tutta la popolazione residente nel nostro territorio;
  8. produrre dati sulla diffusione dell'infezione da HIV e delle MTS fra le comunità di immigrati presenti nel nostro territorio;

L'intervento verrà effettuato sull'Unità mobile di Strada (UDS) della LILA
L'intervento prevede il coinvolgimento delle associazioni di volontariato, delle autorità religiose ed dei leader delle comunità di immigrati presenti sul territorio di Catania.

LILA Nazionale | Progetto Donna 2012 - 2014

LILA Onlus - Progetto DonnaIl Progetto DONNA – prevenzione al femminile

In occasione del suo 25° anniversario, e fino al 2014, LILA Onlus - Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids, ha lanciato una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per sostenere il progetto “DONNA - prevenzione al femminile”.

Il progetto "DONNA - prevenzione al femminile" nasce dalla constatazione del fatto che oggi in Italia otto casi di trasmissione dell'Hiv su dieci sono attribuibili a rapporti sessuali non protetti. In questo contesto l'intervento della LILA è rivolto alla popolazione femminile che, a causa di una serie di fattori biologici, sociali e culturali, è maggiormente esposta al rischio di contrarre l'HIV.


video chiara  Video: la storia di Chiara

Leggi tutto...

LILA Como | Help Line

Realizzato da: LILA Como
Finanziato da: Provincia di Como (Bando Volontariato)
Periodo: dal 15 ottobre 2012 al 15 ottobre 2013
Il progetto di counselling telefonico si pone come obiettivo di fare da ponte, tra quella fascia di persone con HIV/AID, o coloro che presumono di aver corso il rischio di infezione da HIV e l’ambiente socio-sanitario per rendere accessibili le informazioni si di tipo informativo che medico.
L’obiettivo primario del help-line è: informazione e prevenzione, difesa dei diritti, discriminazione, questi tre obiettivi sono importanti e capillari , in un lavoro di ascolto telefonico e di counselling VIS/VIS. Ampliamento del servizio di HelpLine da 3 ore al giorno per 3 giorni a 4 ore al giorno per 5 giorni.

LILA Piemonte | Assistenza domiciliare territoriale

Realizzato da: LILA Piemonte
Finanziato da: ASL Torino 3 - Pinerolo
Periodo: annuale
Il progetto prevede attività risocializzanti riguardanti il tempo libero, quali iscrizione con pagamento di quota a corsi inerenti attività culturale e creativa, uscite con condivisione dei pasti, serate d’incontro in gruppo; acquisizione di maggiori autonomie degli utenti in carico, potenziamento delle capacità sociali e motivazionali residue; interventi di sostegno e di socializzazione domiciliari rivolti all’utente e alla famiglia, con particolare riferimento a periodi di malattia e lutto; coinvolgimento degli utenti dell'ambulatorio Hiv/Aids nel partecipare con la sezione LILA a organizzare eventi sul territorio e interventi di informazione/prevenzione nelle scuole e nei centri diurni per tossicodipendenti.

LILA Livorno | Assitenza domiciliare e consulenza psicologica solo ai pazienti hiv e famiglia in carico al servizio USL 6 Livorno

Realizzato da: LILA Livorno
Finanziato da: USL 6 Livorno
Periodo: annuale
Associazione P24 svolge attività di accompagnamento, orientamento ai servizi, consulenza sociale,psicologica e sostegno domiciliare alle persone sieropositive seguite dall’U.O. di Malattie Infettive. Gli interventi si svolgono su tutto il territorio provinciale.

LILA Bari | Centro Ascolto Familiare “Antistigma” per il counselling, il sostegno psico-socio-culturale ed all’Auto Mutuo Aiuto, rivolto a nuclei familiari che presentano al loro interno casi di infezione da Hiv/Aids

Realizzato da: LILA Bari
Finanziato da: Regione Puglia - Area per la promozione della salute, delle persone e delle pari opportunità Settore sistema integrato servizi sociali - Azioni di Sistema a favore dell’associazionismo familiare
Periodo: maggio 2010 - dicembre 2011
Ha come target: nuclei familiari, con presenza o meno di minori, al cui interno vi è la presenza di almeno un membro sieropositivo o malato di AIDS, ed è finalizzato al miglioramento della loro qualità di vita, attraverso iniziative di counselling, di supporto psico-sociale, di conciliazione vita – lavoro, di auto mutuo aiuto e di momenti culturali.

LILA Bari | Attività di supporto sociale, educative e ludico-culturali in favore di minori Hiv+/Aids e loro diretti nuclei familiari

Realizzato da: LILA Bari
Finanziato da: CSV “San Nicola” – Progettazione Sociale 2008
Periodo: luglio 2009 - ottobre 2010
Il progetto rientra nell’area d’intervento dedicata al contrasto di forme di disagio di soggetti svantaggiati ed ha come target principale i minori Hiv+ ed i loro diretti nuclei familiari, è finalizzato al miglioramento della loro qualità di vita. Attraverso iniziative di supporto sociale, educative e ludico-culturali si favorisce loro: cura ed inclusione sociale.