La nostra Newsletter ha una cadenza mensile; se desideri riceverla compila il form "Iscriviti alla Newsletter" che trovi in questa pagina.

Newsletter 1 - febbraio 2015

Template 1 - Single Column

LILA Onlus - Lega Italiana per la LOtta contro l'Aids

Venerdì 6 febbraio 2015

Newsletter LILA.

 

Salve a tutti,
con la "Newsletter LILA", di cui oggi potete leggere il primo numero, abbiamo deciso di dare un appuntamento informativo mensile ai nostri soci, amici e simpatizzanti. Con questo strumento, che si aggiunge ai social media, intendiamo dare ogni mese un'informazione organica e completa sulle pricipali novità riguardanti il mondo dell'Hiv/Aids.

Manterremo alta l'attenzione sull'accesso ai farmaci e approfondiremo le sfide più attuali sulla prevenzione e sul contrasto alla discriminazione. Con interviste a esperti illustreremo le più importanti novità nel campo delle cure per l'Hiv, l'Epatite C e le altre coinfezioni, mentre uno spazio speciale sarà dedicato ai progetti portati avanti dalle sedi locali della Lila nei rispettivi territori.

In primo piano questo mese ci sono le azioni della società civile per l'accesso universale al Sofosbuvir, farmaco rivoluzionario contro l'Epatite C: dalla VII dichiarazione di Sitges alla petizione per ottenere a prezzi equi la cura. Affrontiamo il tema del contrasto alla discriminazione, spiegando perchè l’uso della parola “untori”, spesso adoperata sui media indicando persone con Hiv, è improprio e rischia di favorire nuove infezioni. Parliamo poi dei risultati della "testing week" condotta dalla Lila in diverse regioni italiane. Infine pubblichiamo i dati di "DETECT-HIV", sperimentazione di interventi mirati ad accompagnare al test per l'HIV realizzata dalla Lila Milano e rivolta a gruppi a più alto rischio di infezione dell'area metropolitana milanese.

Buona lettura!
Alessandra Cerioli - Presidente Lila Nazionale

Epatite C: la VII Dichiarazione di Sitges chiede un piano d'azione

Un piano d'azione europeo, il sostegno dall'industria farmaceutica, l'eliminazione dei medicinali di prima generazione dallo standard di cura e la semplificazione dell'accesso al test Hiv: sono le richieste emerse nell'incontro sulla coinfezione HIV/HCV organizzato dall'Eatg quest'anno, dedicato all'epatite C.
Soddisfazione per i nuovi farmaci antivirali diretti (DDA) che hanno il potenziale di eradicare l'Epatite C e determinazione al raggiungimento dell'obiettivo di renderli disponibili e accessibili in tutti i paesi: è quanto afferma la VII Dichiarazione di Sitges siglata il 17 novembre 2014 in conclusione del settimo incontro tematico di esperti sulla coinfezione HIV/HCV, organizzato dall'Eatg (European Aids Treatment Group).

Leggi tutto

 

Epatite C: L'appello alla Gilead per un equo accesso al Sofosbuvir.

LILA ha aderito alla petizione lanciata dalle organizzazioni europee Itpc e Tag per chiedere alla Gilead minori limitazioni nella produzione del rivoluzionario farmaco antivirale da parte di aziende farmaceutiche produttrici di farmaci generici.
Espansione della copertura geografica delle licenze concesse alle industrie di farmaci generici per la produzione e distribuzione del Sofosbuvir; eliminazione delle restrizioni alla ricerca e alla produzione degli ingredienti farmaceutici attivi alla base del farmaco e modifica delle politiche "anti-diversione" adottate dall'azienda farmaceutica per controllare il consumo della versione generica della cura: sono tre le richieste della petizione alla Gilead lanciata il 28 gennaio dall'International Treatment Preparedness Coalition (Itpc) e dal Treatment Action Group (Tag), cui LILA ha aderito.

Leggi tutto

 

L'Hiv non è la peste.

Sempre più spesso i media definiscono le persone con Hiv come "untori" ma il termine non è appropriato e il terrore che provoca rischia di favorire la diffusione del virus. Per fermare l'Aids bisogna bloccare lo stigma, usando linguaggio e immagini non discriminatori.
Associare la persona con Hiv al termine "untore" significa fare informazione non corretta e alimentare i pregiudizi, che favoriscono la diffusione del virus.

Leggi tutto

 

Testing Week: è la prima volta per la metà dei partecipanti

Delle 155 persone che hanno effettuato il test rapido nelle sedi LILA di Catania, Trento e Milano, il 46,5 % non aveva mai fatto l'esame. Una è risultata positiva. Aumentati i giovani e giovanissimi rispetto allo scorso anno.
Ha meno di 30 anni e non aveva mai fatto il test dell'Hiv, nonostante diversi rapporti a rischio: è il profilo di una su due delle 155 persone che, dal 21 al 28 novembre si sono presentate nelle sedi LILA di Catania, Milano e Trento per effettuare test rapidi salivari nell'ambito della Testing Week 2014.

Leggi tutto

 

Vai con il test. Fuori dagli ospedali.

399 test salivari eseguiti su key populations; 7 persone risultate preliminarmente positive - 5 dichiaratesi gay e 2 che usano sostanze per via iniettiva- e la conferma del gradimento dell'offerta del test in luoghi non convenzionali: sono i principali risultati di "Detect HIV", sperimentazione di screening fuori dai contesti sanitari condotta dalla Lila Milano.

Leggi tutto

 

 LILA Onlus - Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids
Via Varesina, 1 - 22100 Como - Tel: +39 031 268 828 - Fax: +39 031 303 716 - www.lila.it