politiche sulle droghe
Parola chiave:
Totale: 54 risultati.
Tag: politiche sulle droghe
Articolo
ITARDD Lettera alle Istituzioni - Per una Nuova Politica sulle Droghe
(Comunicati Stampa 2014)

Lettera alle Istituzioni di ITARDD, Rete italiana per la Riduzione del Danno, avente per temi le politiche governative sulle droghe e l'operato del Dipartimento per le Politiche Antidroga presso la Presidenza del Consiglio.

Leggi tutto...

Fini Giovanardi incostituzionale. Dichiarazione della presidente LILA Alessandra Cerioli
(Comunicati Stampa 2014)

Dichiarazione di Alessandra Cerioli, presidente della LILA Nazionale Onlus, Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids, in merito alla bocciatura della Legge Fini Giovanardi da parte della Corte Costituzionale.

Leggi tutto...

Droghe: In Italia rischio Aids per chi usa sostanze maggiore del 15% che in Europa
(Comunicati Stampa 2015)

In Italia il 43% delle persone che assumono sostanze per via iniettiva arriva tardi alla diagnosi da Hiv contro il 29% della media europea, a causa dello scarso uso del test. Urgente un piano nazionale per la riduzione del danno e un cambio di approccio alla questione.

Leggi tutto...

26 giugno, Giornata mondiale ONU di lotta alla droga. Il governo che intende fare?
(Comunicati Stampa 2013)

Como, 25 giugno 2013. Finita per fortuna l'era Giovanardi ancora non si sa se, e a chi, sia stata data delega governativa alle Politiche Antidroga. Per la Giornata internazionale contro il consumo e il traffico illecito di droga indetta dalle Nazioni Unite ogni anno al parlamento viene presentata la Relazione sul consumo di sostanze in Italia. Non potrà certo farlo direttamente il Dipartimento per le Politiche antidroga della Presidenza del Consiglio, che la stila. Chi sarà quindi il ministro incaricato?

Leggi tutto...

Giornata mondiale contro la droga 26 giugno
(Comunicati Stampa 2012)

Lila Milano a Regione Lombardia: non presenteremo progetti di prevenzione. La legge Fini Giovanardi compie sei anni, va cambiata.

Leggi tutto...

Il Governo italiano affida la lotta contro l'Aids al sottosegretario Giovanardi
(Comunicati Stampa 2011)

Roma 26 maggio 2011. Le politiche di prevenzione di lotta contro Hiv/Aids in Italia e nel mondo sono state consegnate nelle mani del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla Droga e alla Famiglia Carlo Giovanardi.

Giornata mondiale contro la droga. Mettiamo fine alla war on drugs
(Comunicati Stampa 2011)

Roma 23 giugno 2011. I diritti umani prima di tutto. Politiche innovative di riduzione del danno e prevenzione anche in carcere.

Aids 2010
(Comunicati Stampa 2010)

Torino 12 luglio 2010. Al via a Vienna la XVIII Conferenza mondiale sull'Aids. Presa diretta con la Lila

{attachments}

Droghe. Il governo batta un colpo!
(Lila dice)

Titolo: Droghe. Il governo batta un colpo!Data: 3 febbraio 2017Autori: A Buon Diritto, Antigone, Associazione Luca Coscioni, CGIL, CILD, CNCA, Comunità di San Benedetto al Porto, Forum Droghe, FP CGIL, ITARDD, La Società della Ragione, LegacoopSociali, LILA, Possibile, Radicali Italiani

Leggi tutto...

Il Dipartimento di Serpelloni - Serpelloni's Department
(Lila dice)

Data: marzo 2013Autore: Lila - Ufficio Stampa

Lila descrive attualità e attività del Dipartimento per le Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio e del suo direttore Giovanni Serpelloni. Disponibile anche in inglese.A note edited and disseminated by LILA Onlus – Italian League for Fighting Aids about the activities of the Italian Department for Antidrug Policies (DPA) and its director, dott. Giovanni Serpelloni.

Leggi tutto...

Position Paper Lila per Vienna 2009
(Lila dice)

Data: 1 dicembre 2008Autore: Lila

Il nostro Paese ha una legge sulle droghe in netto contrasto con la politica di prevenzione europea e questo ha creato solo marginalità, aumento delle carcerazioni e del sommerso, esponendo migliaia di consumatori al rischio di contagiarsi con i virus dell’HIV/HCV/HBV. Il documento LILA per Vienna 2009 restituisce un quadro preciso di quello che dovrebbe essere fatto per attuare politiche di prevenzione veramente efficaci.

Leggi tutto...

Lettera aperta della Lila a Giovanni Serpelloni, capo Dipartimento nazionale politiche antidroga
(Lila dice)

Data: 6 luglio 2009Autore: Lila

Contributo Lila al gruppo di consultazione per la stesura del documento “Misure e azioni concrete per la Prevenzione delle Patologie Correlate (PPC) all’uso di sostanze stupefacenti (prevenzione e riduzione dei rischi e dei danni)”

Leggi tutto...

Piano Nazionale di interventi contro HIV e AIDS (PNAIDS)
(Prevenzione)

Data: 31 ottobre 2017Autore: Ministero della Salute

Il PNAIDS/HIV è stato presentato dalla ministra della Salute Beatrice Lorenzin nel novembre del 2016 e recepito dalla Conferenza Stato-Regioni nella seduta dello scorso 26 ottobre 2017. Si tratta del primo piano nazionale AIDS di cui si dota l’Italia e la sua elaborazione ha visto un ampio coinvolgimento delle associazioni e della società civile. Previsti interventi innovativi e in linea con gli obiettivi indicati dalle agenzie Internazionali (ONU/UNAIDS/OMS). Al momento non è stato tuttavia dotato di specifiche risorse finanziarie che ne rendano possibile una piena ed efficace attuazione.

Leggi tutto...

L’impatto globale delle politiche di Riduzione del Danno sull’epidemia da Hiv in Svizzera: studio di coorte, modello matematico e analisi filogenetica
(Droghe)

Titolo: The Cumulative Impact of Harm Reduction on the Swiss HIV Epidemic: Cohort Study, Mathematical Model, and Phylogenetic AnalysisData: aprile 2018Autore: Division of Infectious Diseases and Hospital Epidemiology, University Hospital Zurich

15.903 nuove infezioni da HIV scongiurate tra i consumatori di droghe per via endovenosa, 5.446 decessi per AIDS in meno e evitato un picco di prevalenza del virus del 50.7%: questi i risultati di uno studio condotto dalle Università svizzere al fine di valutare l’impatto complessivo delle misure di Riduzione del Danno sulla popolazione.

Leggi tutto...

L’impatto negativo del controllo delle droghe sulla salute pubblica: la crisi globale del dolore evitabile
(Droghe)

Data: Report 2015Autore: Global Commission on Drug Policy

Il 92% della scorta globale di morfina è consumata solo dal 17% della popolazione mondiale, con un consumo concentrato soprattutto nel nord del mondo mentre il 75% della popolazione non ha accesso ad alcun farmaco che possa alleviare il dolore. Le ragioni di tutto ciò hanno ben poco a che vedere con questioni di costi o carenza di scorte, bensì riguardano principalmente la posizione proibizionista e repressiva del mondo sul tema delle droghe. Il rapporto della Global Commission on Drug Policy esplora l’attuale crisi relativa al problema dell’accesso alle medicine essenziali per il controllo del dolore, indica 10 raccomandazioni e sollecita politiche concrete da parte degli Stati Membri e delle agenzie delle Nazioni Unite volte a trovare soluzioni per migliorare tali condizioni.

Leggi tutto...

L’impatto negativo della guerra alla droga sulla salute pubblica: la pandemia nascosta dell’epatite C
(Droghe)

Data: report 2013Autore: Global Commission on Drug Policy

L’epidemia di Epatite C provocata dalla cosiddetta “guerra alle droghe” sta dilagando tra i consumatori di droghe per via iniettiva in tutto il mondo, eppure continua ad essere ampiamente ignorata. L’accesso ai servizi preventivi è ancora troppo basso, le diagnosi e le terapie troppo costosi e inaccessibili per la maggioranza delle persone che ne necessitano. Il presente rapporto offre un quadro d’insieme sul virus dell’Epatite C, e allo stesso tempo indaga come la “War on Drugs” e le politiche repressive sulle droghe stanno fallendo nella riduzione della trasmissione. La diffusione dell’epatite C è uno dei danni causati dalle misure punitive e poliziesche sulle droghe, tuttavia, la stessa si può sia prevenire sia curare, se in primo piano c’è la salute pubblica.

Leggi tutto...

La War on Drugs e Hiv/Aids. In che modo la criminalizzazione dell’uso di droghe alimenta la pandemia globale
(Droghe)

Data: report 2012Autore: Global Commission on Drug Policy

La “guerra alle droghe” globale sta portando la pandemia dell’HIV/AIDS tra i consumatori di droghe, sebbene la ricerca abbia rivelato che l’applicazione di leggi e politiche punitive fa sì che gli stessi si allontanino dal servizio sanitario e si riversino in ambienti nascosti in cui il rischio di contrarre l’HIV diventa sensibilmente più elevato. Una valutazione degli effetti ha dimostrato che molte organizzazioni nazionali e internazionali incaricate di ridurre il problema della droga hanno in realtà contribuito a un peggioramento della salute e della sicurezza delle comunità. E’ arrivato il momento di una leadership/guida.

Leggi tutto...

Taking control: Pathways to Drug Policies that work
(Droghe)

Assumere il controllo: percorsi efficaci di politiche sulle drogheData: report 2014Autore: Global Commission on Drug policyCon il suo rapporto del 2014 la Global Commission è la prima ad avanzare e a estendere a livello globale il dibattito sulle misure di controllo delle droghe e le soluzioni alternative. Anticipando la prossima Sessione Speciale dell’Assemblea delle Nazioni Unite sulle droghe (UNGASS) del 2016, la relazione fornisce percorsi precisi per gli Stati Membri. Le cinque raccomandazioni per la costruzione di politiche sulle droghe più efficaci sono: mettere in primo piano la salute e la sicurezza delle comunità, assicurare un giusto accesso alle medicine essenziali, porre fine alla criminalizzazione delle persone per l’ uso o il possesso di droghe, promuovere alternative alla carcerazione per persone di basso livello nel mercato delle droghe, inclusi i coltivatori e incoraggiare misure nuove come la regolazione dei mercati delle droghe, cominciando dalla cannabis, dalla foglia di coca e da alcune nuove sostanze psicotrope, ma senza limitarsi ad esse. Mai prima d’ora così tanti ex-leader mondiali avevano parlato apertamente in favore della regolazione di droghe attualmente illegali.

Leggi tutto...

Verso una riforma delle politiche sulle droghe: un nuovo approccio alla depenalizzazione
(Droghe)

Data: Report 2016Autore: Global Commission on Drug PolicyIl rapporto 2016 partendo dai modelli attuali di parziale depenalizzazione che hanno permesso di realizzare politiche sulle droghe più efficaci e risultati positivi, con una forte enfasi su giustizia, dignità e diritti umani, esorta la fine di tutte le sanzioni, sia civili che penali, per i consumatori. Con una descrizione dettagliata delle conseguenze negative e dannose delle politiche punitive sulle droghe e il bisogno di riesaminarle, il report richiede l’attuazione di misure alternative alle condanne per tutti quegli attori non violenti e di basso livello nel mercato della droga, e di prendere in considerazione la regolamentazione del mercato come naturale passo successivo.

Leggi tutto...

The World Drug Perception Problem
(Droghe)

Il problema della percezione mondiale sul tema della droga: contrastare i pregiudizi sui consumatori di drogheData: report 2017Autore: Global Commission on Drug PolicyIl rapporto 2017 della Global Commission on Drug Policy “The World Drug Perception Problem” affronta la delicata questione della percezione sociale del fenomeno droga, tuttora fortemente condizionata dai pregiudizi e dalla stigmatizzazione nei confronti dei consumatori. E poiché il linguaggio veicola, e al tempo stesso indirizza l’orientamento sociale, una parte del rapporto è dedicata a come si parla e si scrive della droga: dando il suo contributo alla campagna internazionale per un “miglior linguaggio” (better language), sull’esempio della battaglia vincente a suo tempo condotta da altri gruppi stigmatizzati, come gay, lesbiche e transgender. Il report intende analizzare le più comuni percezioni e paure, metterle a confronto con argomentazioni fruibili sulle droghe e sulle persone che ne fanno uso, e fornire raccomandazioni sui cambiamenti che devono essere messi in atto per sostenere delle riforme per politiche più efficaci sulla droga

Leggi tutto...