droghe
Parola chiave:
Totale: 49 risultati.
Tag: droghe
Articolo
Interazioni tra terapia antiretrovirale e droghe ricreative e/o farmaci sostitutivi
(Trattamenti)

Data: giugno 2008Autore: testo a cura di J. Rojas Lima e Silva tratto liberamente dalla rivista EATN

Dalla denuncia della situazione di discriminazione che le persone Hiv+ consumatrici di droghe iniettive e non, o in terapia farmacologica sostitutiva o ex tossicodipendenti subiscono rispetto all’accesso alla terapia antiretrovirale, l’articolo informa sulle possibili interazioni tra i farmaci che vengono utilizzati per la terapia stessa e le droghe/farmaci sostitutivi che il paziente assume in parallelo.

Leggi tutto...

L’impatto globale delle politiche di Riduzione del Danno sull’epidemia da Hiv in Svizzera: studio di coorte, modello matematico e analisi filogenetica
(Droghe)

Titolo: The Cumulative Impact of Harm Reduction on the Swiss HIV Epidemic: Cohort Study, Mathematical Model, and Phylogenetic AnalysisData: aprile 2018Autore: Division of Infectious Diseases and Hospital Epidemiology, University Hospital Zurich

15.903 nuove infezioni da HIV scongiurate tra i consumatori di droghe per via endovenosa, 5.446 decessi per AIDS in meno e evitato un picco di prevalenza del virus del 50.7%: questi i risultati di uno studio condotto dalle Università svizzere al fine di valutare l’impatto complessivo delle misure di Riduzione del Danno sulla popolazione.

Leggi tutto...

L’impatto negativo del controllo delle droghe sulla salute pubblica: la crisi globale del dolore evitabile
(Droghe)

Data: Report 2015Autore: Global Commission on Drug Policy

Il 92% della scorta globale di morfina è consumata solo dal 17% della popolazione mondiale, con un consumo concentrato soprattutto nel nord del mondo mentre il 75% della popolazione non ha accesso ad alcun farmaco che possa alleviare il dolore. Le ragioni di tutto ciò hanno ben poco a che vedere con questioni di costi o carenza di scorte, bensì riguardano principalmente la posizione proibizionista e repressiva del mondo sul tema delle droghe. Il rapporto della Global Commission on Drug Policy esplora l’attuale crisi relativa al problema dell’accesso alle medicine essenziali per il controllo del dolore, indica 10 raccomandazioni e sollecita politiche concrete da parte degli Stati Membri e delle agenzie delle Nazioni Unite volte a trovare soluzioni per migliorare tali condizioni.

Leggi tutto...

L’impatto negativo della guerra alla droga sulla salute pubblica: la pandemia nascosta dell’epatite C
(Droghe)

Data: report 2013Autore: Global Commission on Drug Policy

L’epidemia di Epatite C provocata dalla cosiddetta “guerra alle droghe” sta dilagando tra i consumatori di droghe per via iniettiva in tutto il mondo, eppure continua ad essere ampiamente ignorata. L’accesso ai servizi preventivi è ancora troppo basso, le diagnosi e le terapie troppo costosi e inaccessibili per la maggioranza delle persone che ne necessitano. Il presente rapporto offre un quadro d’insieme sul virus dell’Epatite C, e allo stesso tempo indaga come la “War on Drugs” e le politiche repressive sulle droghe stanno fallendo nella riduzione della trasmissione. La diffusione dell’epatite C è uno dei danni causati dalle misure punitive e poliziesche sulle droghe, tuttavia, la stessa si può sia prevenire sia curare, se in primo piano c’è la salute pubblica.

Leggi tutto...

La War on Drugs e Hiv/Aids. In che modo la criminalizzazione dell’uso di droghe alimenta la pandemia globale
(Droghe)

Data: report 2012Autore: Global Commission on Drug Policy

La “guerra alle droghe” globale sta portando la pandemia dell’HIV/AIDS tra i consumatori di droghe, sebbene la ricerca abbia rivelato che l’applicazione di leggi e politiche punitive fa sì che gli stessi si allontanino dal servizio sanitario e si riversino in ambienti nascosti in cui il rischio di contrarre l’HIV diventa sensibilmente più elevato. Una valutazione degli effetti ha dimostrato che molte organizzazioni nazionali e internazionali incaricate di ridurre il problema della droga hanno in realtà contribuito a un peggioramento della salute e della sicurezza delle comunità. E’ arrivato il momento di una leadership/guida.

Leggi tutto...

Verso l'Ungass 2016: le nuove tendenze internazionali delle politiche sulle droghe e l'azione della società civile
(Droghe)

Titolo: Towards Ungass 2016: new trends in drug policies and drug legislation in Italy and EuropeData: 13 e 14 febbraio 2015Autore: Lila

La prossima sessione speciale dell'assemblea generale Onu sulle sostanze stupefacenti prevede una riconsiderazione delle convenzioni internazionali che hanno giustificato la war on drugs a scapito della “riduzione del danno”. Un seminario organizzato da Forum Droghe ha fatto il punto sulle azioni da intraprendere, come organizzazioni della società civile, in vista dell'evento.

Leggi tutto...

HIV prevention, treatment and care in prisons and other closed settings: a comprehensive package of interventions.
(Droghe)

Data: 2013Autore: UNODC, ILO, UNAIDS, UNDP, OMSE' una guida tecnica per la prevenzione e il trattamento dell'HIV in carcere o in altri luoghi di detetenzione. Diretta ai Governi di tutto il mondo, indica 15 interventi essenziali nei luoghi di detenzione che tutti i paesi dovrebbero garantire :

Leggi tutto...

Technical Guide Interventions for HIV prevention,treatment and care among people who inject drugs
(Droghe)

Data: 2009Autore: OMS, UNODC, UNAIDSGuida tecnica per la prevenzione e il trattamento dell'HIV nei consumatori di sostanze per via iniettiva. Diretta ai Governi di tutto il mondo, indica 9 interventi essenziali che tutti i paesi dovrebbero garantire:

Leggi tutto...

La Riduzione del Danno in Carcere - Lo stato dell’Arte nel Mondo
(Droghe)

Data: 15 giugno 2013Autore: Lila - Alessandra Cerioli

Esperienze di policies di riduzione del danno nel mondo.Le persone detenute hanno diritto a ricevere strumenti di prevenzione pari a quelli disponibili al di fuori del carcere, ha dichiarato l'OMS nel 1993. I comportamenti a rischio di HIV in carcere sono principalmente il sesso consensuale e non consensuale e l'uso di droga per via iniettiva. La prevalenza di HIV e HCV è molto più alta nella comunità ristretta rispetto a quella esterna. Nessun paese è riuscito a risolvere il problema del consumo di stupefacenti in carcere, ma sono ancora pochi i paesi che lo ammettono e cercano di risolverlo. L' Italia è terribilmente in ritardo: serve urgentemente fornire accesso a preservativi, a siringhe sterili, al metadone in mantenimento, al test e al trattamento per HIV e HCV su base volontaria durante la custodia preventiva e la detenzione, come richiesto dal Consiglio d'Europa nel 1998.

Slide della relazione presentata a Nocera Terinese in occasione della Formazione Nazionale LILA "Riduzione del Danno alle Sbarre", dedicata alle iniziative di Harm Reduction in Carcere.

Leggi tutto...

Droghe e salute in carcere
(Droghe)

data: 7 settembre 2012Autore: Lila - Alessandra CerioliSlide dell'intervento della presidente Lila nazionale Alessandra Cerioli alla Summer School 2012 di Fuoriluogo a Firenze "Carcere e droghe Tra retorica "securitaria" e buone pratiche di accoglienza". Titolo dell'intervento è "Droghe e salute: come ridurre il danno in carcere. Esperienze europee e italiane".

Leggi tutto...

Linee Guida internazionali ed europee per gli interventi Harm Reduction nei Sistemi Penitenziari
(Droghe)

Data: 15 giugno 2013Autore: Lella Cosmaro - LILA Milano Onlus- Steering Committee Member AIDS Action Europe - Co-chair European Union HIV/AIDS Civil Society Forum La Riduzione del Danno (Harm Reduction) è una strategia sanitaria e sociale che ha lo scopo di ridurre i danni correlati all'uso di sostanze stupefacenti. Supportata dalle più autorevoli agenzie internazionali e dalla Commissione Europea, questa strategia si è dimostrata efficace anche in carcere: i documenti ufficiali che la supportano sono riportati nella relazione.

Slide della relazione presentata a Nocera Terinese in occasione della Formazione Nazionale LILA "Riduzione del Danno alle Sbarre", dedicata alle iniziative di Harm Reduction in Carcere.

Leggi tutto...

Relazione sull'evoluzione del fenomeno droga in Europa
(Droghe)

Data: giugno 2008Autore: Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze

Relazione annuale che l'osservatorio europeo ha diffuso in cui si analizza l'evoluzione del fenomeno droga in Europa.

Leggi tutto...

Relazione annuale al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze in Italia
(Droghe)

Data: Relazioni AnnualiAutore: Dipartimento Politiche Antidroga

Relazioni del Dipartimento Politiche Antidroga che ogni anno vengono lette in Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze in Italia.

Leggi tutto...

LILA Milano: Esperienza Carcere
(Diritti)

Data: 15 giugno 2013Autore: LILA Milano Onlus - Sandra Curridori, operatrice del progetto Ekotonos attivo a San Vittore e Bollate (Milano)

L'esperienza di LILA Milano Onlus nell'ambito del progetto Ekotonos avviato nel 1992. Ekotonos coinvolge diverse realtà del privato sociale milanese che, insieme ai detenuti e alle detenute, cercano di costruire e mantenere vivo uno spazio di confronto e di condivisione.

Slide della relazione presentata a Nocera Terinese in occasione della Formazione Nazionale LILA "Riduzione del Danno alle Sbarre", dedicata alle iniziative di Harm Reduction in Carcere.

Leggi tutto...

Relazione sull'evoluzione del fenomeno droga in Europa
(In Europa)

Data: giugno 2008Autore: Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze

Relazione annuale che l'osservatorio europeo ha diffuso in cui si analizza l'evoluzione del fenomeno droga in Europa.

Vai al documento

LILA Catania | Intervento di riduzione del danno rivolto ai consumatori di sostanze tramite una unità mobile di strada
(Droghe)

Realizzato da: LILA Catania Finanziato da: Istituto Superiore di Sanità 1996; Comune di Catania 1997; Ministero Affari Sociali nel 1999 e nel 2001; nei periodi scoperti il progetto è stato autofinanziatoPeriodo: 1996 - 2007La LILA di Catania dal 1996 porta avanti un intervento di riduzione del danno (RDD) rivolto ai consumatori di sostanze (CS) che attraverso l’istituzione di un gruppo di lavoro e tramite una unità mobile di strada (UDS) raggiunge queste persone al fine di: proteggerle dal contrarre infezioni che si trasmettono tramite l’uso di siringhe sporche o l’uso di siringhe in comune (sharing); evitare, se portatori di malattie infettive, di trasmetterle; ridurre le morti per overdose; difendere i loro diritti.Modello di intervento: La strategia di RDD rivolta alle persone che fanno uso/abuso di sostanze ha come obiettivo generale quello di ridurre gli effetti negativi del consumo di droghe.Ridurre la diffusione delle malattie infettive che si trasmettono per via ematica attraverso: i) distribuzione di materiale informativo; ii) distribuzione di siringhe pulite, di acqua distillata iniettabile; iii) tamponi disinfettanti; iv) riduzione dello sharing (utilizzo in comune di siringhe); v) riduzione dell’uso di siringhe sporche.Ridurre le overdose e le morti da overdose attraverso: i) diffusione di informazioni sugli effetti delle droghe e l’utilizzo delle stesse mediante il counseling e la distribuzione di materiale informativo.Ridurre gli effetti negativi delle politiche di repressione del consumo degli stupefacenti sui consumatori, tentando, in particolare, di facilitare l’accesso ai servisi socio-sanitari attraverso: i) campagne di sensibilizzazione rivolte alle forze dell’ordine; ii) promozione del lavoro di rete; iii) empowerment (miglioramento della percezione del “sé”) dei CS in generale e dei consumatori di sostanze per via iniettiva in particolare; iv) promozione della salute come strumento “per far fronte” (copyng); v) informazioni dettagliate su come comportarsi quando si è testimoni di un overdose (First Aid).Ridurre la diffusione delle malattie a trasmissione sessuale attraverso: i) distribuzione di materiale informativo; ii) distribuzione di condom; iii) promozione di rapporti protetti.

LILA Catania | Corso di formazione su: informazione effetti delle sostanze/ prevenzione uso di sostanze rivolto a studenti scuola superiore, provincia di Catania.
(Droghe)

Realizzato da: LILA Catania Periodo: settembre 2007Nel corso, articolati in una giornata per classe, vengono trattate le seguenti tematiche: le effetti e difetti delle sostanze; uso e abuso di sostanze, i rischi ei danni legati all’uso di sostanze; percezione del rischio di contrarre infezioni tramite uso di sostanze; le infezioni a trasmissione ematica; il traffico delle sostanze; cenni sulla legalità.Strumenti: lezioni frontali, brain storming, role play e lavori di gruppo

LILA Genova | Realizzazione di un servizio di unità di Strada rivolto a persone tossicodipendenti
(Droghe)

Realizzato da: LILA Genova Finanziato da: LILA Genova con attività di autofinanziamento eccetto per i periodi: 2001/2002 (Regione Liguria), 2002/2003 (Comune di Genova), 2007/2008 (Regione Liguria)Periodo: 1995 - 2011Obiettivo principale dell’Unità di strada LILA Genova è quello di limitare i rischi di trasmissione dell’Hiv/Aids, e di altre patologie correlate, tra i soggetti tossicodipendenti attraverso una corretta informazione e la distribuzione di siringhe sterili, acqua distillata, salviettine disinfettanti, profilattici, generi di conforto. Durante l’unità di strada è possibile richiedere agli operatori interventi di counselling individuali e/o l’accompagnamento ai servizi.

LILA Cagliari | Insieme per il Futuro
(Droghe)

Realizzato da: LILA CagliariFinanziato da: Regione Sardegna - Fondo Nazionale di Intervento Lotta alla DrogaPeriodo: 2004-2005progetto destinato a giovani dai 15 ai 20 anni con interventi su assunzione di sostanze psicotrope,uso ed abuso di alcool e comportamenti sessuali a rischio. Si interviene in un’ottica di riduzione del danno qualora tali comportamenti siano gia’ in atto. Attraverso un insieme di iniziative strutturate, il progetto vuole coinvolgere il maggior numerodi giovani, nelle scuole e nei centri di aggregazione formali ed informali, in collaborazione con insegnanti ed educatori. L’aspetto innovativo del progetto si caratterizza con la formazione di un gruppo di studenti appartenenti alle prime classi delle scuole medie superiori ed un gruppo di ragazzi dei centri sociali (peer leader), che opportunamente formati si faranno promotori di iniziative mirate alla diffusione di informazioni corrette su droghe, alcool, tabacco e sesso protetto.

LILA Bari | Consolidamento e Potenziamento Agenzia Informativa Aids
(Droghe)

Realizzato da: LILA BariFinanziato da: Regione Puglia L.309/90Periodo: dicembre 2011 - dicembre 2014Il progetto si inquadra nell’ambito degli interventi atti alla PREVENZIONE PRIMARIA DELLE TOSSICODIPENDENZE E DELL’ALCOLDIPENDENZA CORRELATA. Attraverso: la produzione, la distribuzione di materiale informativo ed il potenziamento delle attività di Centro Ascolto e Biblioteca. L’AGENZIA INFORMATIVA AIDS è MIRATA ALLA PREVENZIONE PRIMARIA DELLE TOSSICODIPENDENZE E DELL’ALCOLDIPENDENZA CORRELATA CONTRO LA DIFFUSIONE DELL’INFEZIONE DEL VIRUS HIV ed è RIVOLTA A: POPOLAZIONE TOSSICODIPENDENTE SESSUALMENTE ATTIVA; POPOLAZIONE GENERALE.