commissione nazionale (CNA)
Parola chiave:
Totale: 16 risultati.
Tag: commissione nazionale (CNA)
Articolo
Lavoro e Hiv. Convegno Lila giovedì 15 maggio a Roma. Il "caso" del ministero della Difesa.
(Comunicati Stampa 2014)

Il ministero della Difesa risponde alla Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids: legittimi gli accertamenti sanitari periodici sui dipendenti e la richiesta di test Hiv negativo in sede di assunzione, per qualsiasi ruolo. La replica della Lila: intervengano i ministeri della Salute e del Lavoro.

Leggi tutto...

Settimana Europea del Test Hiv e dati italiani
(Comunicati Stampa 2013)

 

Rilasciati oggi dal Centro Operativo Aids dell'Istituto Superiore di Sanità, i dati sull'andamento dell'epidemia di Hiv in Italia confermano la necessità di anticipare e facilitare la diagnosi. Dal 22 al 29 novembre un'azione europea per la promozione dell'accesso al test Hiv.

Leggi tutto...

Obiettivi di piano: irregolarità nell'uso dei fondi per test Hiv da parte delle Regioni
(Comunicati Stampa 2013)

Hiv: La Lila e Cittadinanzattiva denunciano irregolarità nell’utilizzo regionale dei fondi per la diagnosi di infezione da HIV stanziati per  gli “Obiettivi di Piano Sanitario Nazionale 2012”

Leggi tutto...

In Italia l'Hiv è scomparso. Dai corridoi ministeriali.
(Comunicati Stampa 2013)

21 Giugno 2013 - Lettera aperta alle istituzioni da parte delle associazioni Lila - Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids e Nadir Onlus

Leggi tutto...

Alla Lila la presidenza dell'Hiv/Aids Civil Society Forum, organo consultivo della Commissione Europea
(Comunicati Stampa 2011)

Como, 19 dicembre 2011. Lella Cosmaro, della Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids, è stata nominata alla presidenza dell'Hiv/Aids Civil Society Forum europeo per gli anni 2012/2014.

{attachments}

Irregolarità nell’utilizzo dei fondi per la diagnosi di infezione da HIV stanziati per gli “Obiettivi di Piano Sanitario Nazionale 2012”
(Lila dice)

Data: 31 ottobre 2013Autore: LILA Onlus e CittadinanzAttiva.

Sedici le regioni che avevano la possibilità di presentare progetti sulla diagnosi di infezione da HIV (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto). A fine settembre 14 avevano presentato gli atti deliberativi al Ministero, mentre risultavano assenti Calabria e Campania.Di queste 14 delibere approvate, LILA e Cittadinanzattiva hanno potuto reperire i progetti esecutivi , con non poche difficoltà, in 10 regioni (Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria e Veneto) e su queste hanno effettuato l'analisi.

Leggi tutto...

Elaborazione di un documento di indirizzo sull'accesso, le strategie di offerta attiva e le modalità di gestione ed esecuzione del test per la diagnosi dell'infezione da HIV attraverso una Conferenza di Consenso.
(Prevenzione)

Data: aprile 2012Autore: Istituto nazionale Malattie infettive Lazzaro Spallanzani - Consulta delle associazioni per la lotta all'Aids

La Conferenza di Consenso sul Test Hiv è stata è stata proposta dalla Consulta delle associazioni per la lotta all'Aids finanziata con fondi previsti dalla Legge 27 dicembre 2006, n. 296, nell'ambito dei quali sono stati realizzati interventi in tema di lotta contro la diffusione dell'epidemia da Hiv.

Il documento uscito dalla Conferenza di Consenso, al quale hanno partecipato la Commissione nazionale Aids, rappresentanti delle regioni, rappresentanti delle associazioni, deve essere utilizzato come linea di indirizzo per implementare le strategie di offerta attiva del Test Hiv.

Le motivazioni che sconsigliano un approccio di screening generalizzato in Italia scaturiscono dal documento conclusivo della "Conferenza Nazionale di consenso sulla diagnosi dell'infezione da HIV", svoltasi nell'aprile 2012 all'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani. Motivazioni per altro condivise da autorevoli agenzie internazionali come l'ECDC.

Leggi tutto...

Documento di Consenso - Test Hiv in Italia
(Prevenzione)

Data: 27 luglio 2011Autore: Ministero della salute - Commissione nazionale AidsDocumento di consenso sulle politiche di offerta e le modalità di esecuzione del test per Hiv in Italia.

Leggi tutto...

Tutela della salute nei luoghi di lavoro: Sorveglianza sanitaria – Accertamenti pre-assuntivi e periodici sieropositività HIV – Condizione esclusione divieto effettuazione
(Diritti)

Data: aprile 2013Autore: Ministero della Salute e Ministero del LavoroCircolare a firma congiunta del ministero della Salute e del ministero del Lavoro per rispondere ufficialmente alle numerose richieste di chiarimento in merito alla legittimità di richiedere il test Hiv ai lavoratori. Il test Hiv non può dunque essere richiesto indiscriminatamente a tutti i lavoratori. Eventuali norme specifiche di settore, che richiedano l’accertamento della negatività all’Hiv come condizione di idoneità ad uno specifico servizio (ad esempio presso le forze militari), devono essere motivate da una effettiva condizione di rischio nei confronti di terzi. Per evitare possibili abusi, tale rischio deve essere verificabile, avvalorato dalle conoscenze scientifiche più avanzate e valutato caso per caso anche in relazione alla qualifica professionale e alle condizioni di salute del singolo lavoratore.

Leggi tutto...

LILA Milano | Sperimentazione di un intervento per favorire la diagnosi tempestiva dell’infezione da HIV attraverso l’offerta attiva di test rapido salivare
(Prevenzione)

Realizzato da: LILA Milano, LILA Catania, LILA Calabria e LILA Trentino.Finanziato da: Ministero della SalutePeriodo: 2013

E' partito il progetto promosso dalla Consulta delle Associazioni per la lotta contro l'AIDS e finanziato dal Ministero della Salute che ha lo scopo di valutare fattibilità ed efficacia di un intervento di offerta attiva di Test rapido salivare in un approccio "Provider initiated counseling and testing" in contesti non sanitari.

L'approccio PICT, che prevede che il test venga proposto, con adeguata informazione e consenso informato, a tutte le persone maggiormente vulnerabili che accedono a servizi nei quali l'attesa di prevalenza media di infezione da HIV è superiore a quella della popolazione generale, in questo progetto viene associato all'approccio, già sperimentato in altri paesi, di rendere disponibile il test in contesti non sanitari (community sites) o in servizi dedicati a gruppi di popolazione vulnerabili che possano attrarre persone con comportamenti che li espongano a rischio di infezione.

Leggi tutto...

Lavorare è un diritto
(notizie)

A trent'anni dall'inizio dell'epidemia globale di Hiv sappiamo come l'infezione può essere prevenuta e, quando avviene, controllata, grazie ai progressi di ricerca e medicina. Essere persone positive all’HIV o malate di Aids ha però voluto anche dire, troppo spesso, essere costrette a nascondersi, subire discriminazioni in ogni campo della vita e vedersi negati i diritti di cittadinanza. La discriminazione, in particolare sul lavoro, è il tema della Campagna Lila 2014. 

Leggi tutto...

Fate il Test
(notizie)

In Italia ci sono oltre 94mila persone che vivono con l'Hiv e hanno ricevuto una diagnosi (ISS). A queste vanno aggiunte quelle che hanno il virus ma non lo sanno, per un totale stimato di 100/150mila persone sieropositive. La stima delle persone inconsapevoli in Italia va dal 13 al 40 per cento. Un dato in linea con altri Paesi, anche se qui la percentuale è fra le più alte in Europa occidentale. Perciò la Lila aderisce alla European Hiv Testing Week 2013, che va dal 22 al 29 novembre, con test rapidi nelle sue sedi di Trento, Milano e Catania.

Leggi tutto...

Il Dipartimento di Serpelloni
(notizie)

Giovanni Serpelloni è a capo del Dipartimento per le Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dal 2008. Nominato da Carlo Giovanardi, ha saputo farsi apprezzare dall'intero arco parlamentare. Così, negli anni, il dr Serpelloni ha fatto crescere senza sosta quella che oggi possiamo definire la sua creatura. Forse, un po' troppo sua. Tanto che non mancano e non sono mancate polemiche sul suo ruolo, le sue competenze e le sue attività, qui dettagliate (con risposta del dr Serpelloni). In calce è disponibile la versione in inglese - english version available).

Leggi tutto...

"Nulla su di noi, senza di noi"*
(notizie)

La Consulta nazionale Aids ha promosso quest'anno la Conferenza tecnica di consenso sulle strategie di offerta del test per la diagnosi di infezione da Hiv. Esiste un iter istituzionale avviato per la definizione di linee guida sul test. Nonostante ciò, si fanno convegni per chiedere una ridefinizione della 135 del 1990, la legge chiave della lotta contro l'Aids, proprio in riferimento all'accesso al test. Perché chiederlo ora, e fuori dalle sedi istituzionali?

Leggi tutto...

I dati ISS visti dalla LILA
(notizie)

Oggi l'Istituto Superiore di Sanità ha rilasciato i dati su Hiv/Aids in Italia. Per la prima volta, a trent'anni della comparsa dell'Hiv, abbiamo dati certi sulla dimensione dell'epidemia e del suo andamento. Confermata la stima di circa 4mila nuove infezioni l'anno (la cifra data è minore ma sottostimata, come afferma lo stesso ISS), con 5,8 nuovi casi di positività all'Hiv l'anno ogni 100mila residenti (ma in diverse regioni sono oltre 8). L'Italia si conferma un paese a incidenza medio-alta, con tutte le necessità di prevenzione che questo dato comporta.

Leggi tutto...

25 anni di Lila
(notizie)

La Lila nasceva il 21 gennaio 1987. Da 25 anni la Lila si batte per i diritti delle persone, non solo sieropositive, e offre ascolto, sostegno e orientamento, promuovendo buone prassi nella lotta all'HIV. Ci sono state fragilità e fatiche, in questi anni, ma anche importanti conquiste, e la nostra storia continua.25 anni di Lila