discriminazioni
Parola chiave:
Totale: 62 risultati.
Tag: discriminazioni
Articolo
Hiv e diritti nel mondo del lavoro
(Vivere con l'Hiv)
Qualsiasi sia il lavoro, l’Hiv non conta!

La Costituzione italiana, leggi nazionali e norme internazionali tutelano il diritto al lavoro da ogni forma di discriminazione, anche per motivi di salute e per l’Hiv. Eppure ignoranza e pregiudizi ostacolano ancora questo diritto. Conosciamo i nostri diritti, combattiamo ignoranza e pregiudizi!

 

Leggi tutto...

Norme di viaggio e di soggiorno per le persone sieropositive
(Vivere con l'Hiv)

Data: 2012/2013Autori: Peter Wiessner, Karl Lemmen - Deutsche AIDS-Hilfe e.V. Traduzione a cura della LilaNorme di ingresso e di soggiorno per le persone sieropositive, relative sia a soggiorni turistici che a soggiorni prolungati per studio o lavoro. Le informazioni comprendono 192 paesi.

Leggi tutto...

Discriminazioni: cosa puoi fare
(Diritti e mondo del Lavoro)

Non vi è alcun obbligo di dichiarare il proprio stato sierologico al datore di lavoro. In ogni caso, il datore venuto a conoscenza della positività all’Hiv di un suo dipendente è tenuto a non divulgare tale notizia. In caso contrario il lavoratore può sporgere querela per diffamazione.

Nel caso ti venga richiesto il test Hiv senza un valido e giustificato motivo, puoi rifiutarti di farlo e denunciare l’abuso. Lo stesso puoi fare se subisci un trasferimento o un licenziamento che ritieni motivato dal tuo stato sierologico, se viene violato il tuo diritto alla privacy o se subisci comportamenti discriminatori. Puoi rivolgerti al tuo sindacato, a un patronato, o a un avvocato del lavoro. La Lila può offrire a te o ai tuoi legali un’eventuale consulenza sullo specifico Hiv/Aids.Molto spesso le persone con Hiv non denunciano le discriminazioni subite per non rivelare pubblicamente la propria condizione e anche per questo il tema dei diritti violati resta sommerso. Anche se scegli di non procedere con una denuncia, puoi contribuire a far emergere il problema segnalando il tuo caso alla Lila con la garanzia del rispetto della tua privacy. La Lila si batte per riportare questo tema all’attenzione di istituzioni pubbliche, forze politiche, società civile e dei molti soggetti coinvolti, contro ogni forma di discriminazione.

 

Introduzione

Brochure in formato Pdf

Richiesta di Test Hiv sul luogo di lavoro

Aspetti giuridico-normativiPerché non ha senso richiedere il test HivE allora perché il test viene richiesto?Facciamo chiarezza!

Situazioni particolari sul lavoro

Drug test e interazione con i farmaci antiretroviraliViaggi e soggiorni per lavoro all’esteroTest Hiv in ambito militare

Licenziamento, trasferimento e cambio mansioni

Disciplina del licenziamentoTrasferimenti o cambi di mansione

Le agevolazioni in ambito lavorativo

Agevolazione per le assunzioniPermessi retribuitiBenefici economiciInvalidità civile

Discriminazioni: cosa puoi fare

Discriminazioni: cosa puoi fare

 

 

1° Maggio 2016 - Presentazione Campagna LILA Cagliari e CGIL su Hiv e Lavoro: "Lavorare è un diritto. Fermiamo l'Hiv, non le persone con Hiv".
(Comunicati Stampa 2016)

(CAGLIARI, 29 APRILE) - Parte da Cagliari il Primo maggio la campagna di sensibilizzazione "Fermiamo l'Hiv, non le persone con l'Hiv" promossa da Cgil – Ufficio Nuovi Diritti e Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids di Cagliari e incentrata sui temi della tutela dei diritti e della lotta alla discriminazione nei luoghi i lavoro.

Leggi tutto...

Epatite C, associazioni: "Trattati solo metà dei pazienti promessi, a rischio salute e sconti sui nuovi farmaci"
(Comunicati Stampa 2015)

Arcigay, Anlaids, Lila, Nadir, Mario Mieli e Plus denunciano: "A un anno dalla stipula del contratto per la rimborsabilità delle nuove terapie contro l'Epatite C trattati solo la metà dei 50mila promessi". "Con la scadenza del contratto nei prossimi mesi si perderà in salute dei cittadini con coinfezione Hiv e Hcv ma anche in risorse del Servizio Sanitario Nazionale, dati gli sconti previsti per un maggior volume di medicinali acquistati".

Leggi tutto...

In Italia circa 660 nati con Hiv. Chiediamo responsabilità e azioni contro lo stigma.
(Comunicati Stampa 2015)

"E' inaccettabile che nel 2015 un ufficio scolastico regionale inviti una bambina con Hiv a fare lezioni a distanza. Questo episodio ci riporta la grande ignoranza sul tema proprio da parte di quelle istituzioni che devono occuparsi dell'istruzione e della cura dei più piccoli": Così Massimo Oldrini, presidente della LILA (Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids) interviene sulla vicenda della bambina esclusa dalla scuola e da 35 comunità di accoglienza perché con Hiv, denunciata ai media dai genitori affidatari della piccola.

Leggi tutto...

Hiv e lavoro: S.O.S. discriminazioni
(Comunicati Stampa 2015)

LILA Onlus - Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids denuncia la mancata applicazione della circolare sulla salute sul posto di lavoro e la penalizzazione delle persone con Hiv in ambito occupazionale

Leggi tutto...

Lavoro e Hiv. Convegno Lila giovedì 15 maggio a Roma. Il "caso" del ministero della Difesa.
(Comunicati Stampa 2014)

Il ministero della Difesa risponde alla Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids: legittimi gli accertamenti sanitari periodici sui dipendenti e la richiesta di test Hiv negativo in sede di assunzione, per qualsiasi ruolo. La replica della Lila: intervengano i ministeri della Salute e del Lavoro.

Leggi tutto...

Primo Maggio di lotta contro l'Hiv e la discriminazione sul lavoro
(Comunicati Stampa 2014)

Le iniziative della Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids: nuova campagna e un convegno su Hiv e mondo del lavoro

Leggi tutto...

Lavorare è un diritto. Fermiamo l’Hiv, non le persone con Hiv
(Comunicati Stampa 2013)

World Aids Day. Campagna 2014 della Lila contro discriminazioni e stigma. Test Hiv obbligatorio per i militari, lotte per il reintegro delle persone sieropositive, le denunce della Lila e sei immagini per la difesa dei diritti delle persone sieropositive.

Leggi tutto...

Da vittima a colpevole. Solo perché sieropositiva.
(Comunicati Stampa 2013)

In merito alla giovane ragazza rumena con Hiv arrestata a Bologna per "tutela della salute pubblica".

Como, 30 agosto 2013. A Bologna una giovanissima ragazza rumena denuncia di essere coinvolta in un giro di sfruttamento della prostituzione alle forze dell'ordine. Che nel corso delle indagini scoprono tramite alcune intercettazioni telefoniche che la ragazza potrebbe avere l'Hiv e accetterebbe di avere coi clienti rapporti senza preservativo. La ragazza viene arrestata.

Leggi tutto...

Voteresti per me se avessi l'Hiv?
(Comunicati Stampa 2013)

La “campagna elettorale” della Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids. Otto domande ai leader di coalizione, protagonisti di una galleria di immagini.

Leggi tutto...

Sei leader, otto domande, nessuna risposta
(Comunicati Stampa 2013)

Un silenzio tombale. Questa è stata la risposta dei leader di coalizione alla campagna della Lila.

Leggi tutto...

Lila denuncia: gravissime violazioni dei diritti umani in Grecia nei confronti delle persone che vivono con l'Hiv
(Comunicati Stampa 2012)

Dietro i rastrellamenti di queste ore nei bordelli illegali, l'imposizione del test Hiv e la pubblicazione delle fotografie e delle generalità delle persone trovate sieropositive, ci sono solo bassi interessi elettorali, e non esigenze sanitarie che richiedono ben altro tipo di interventi

Leggi tutto...

Vivi con l’Hiv? Niente musica e niente sport. Lo ha deciso l'esercito
(Comunicati Stampa 2012)

Tutti i concorsi banditi dal ministero della Difesa chiedono il test Hiv (negativo) ai candidati. Contravvenendo tutte le leggi.

Leggi tutto...

L'ignoranza è più contagiosa dell'Hiv
(Comunicati Stampa 2011)

Como 3 febbraio 2011. La Lila denuncia l'offensiva superficialità con cui amministratori e giornalisti trattano le persone sieropositive.

{attachments}

Lufthansa Italia lascia a terra le persone che vivono con l'Hiv
(Comunicati Stampa 2011)

Como 10 febbraio 2011. Assunzione negata agli assistenti di volo se sono persone HIV positive LILA: richiesta ingiustificata, illegittima e discriminatoria.

{attachments}

Lufthansa Italia sbaglia, la legge dice altro
(Comunicati Stampa 2011)

Como 11 febbraio 2011. Il datore di lavoro non può richiedere il test Hiv.

{attachments}

Era ora. Grazie Obama
(Comunicati Stampa 2010)

Torino 3 gennaio 2010. Da domani le persone sieropositive potranno entrare, viaggiare, lavorare e risiedere negli Stati Uniti d'America, cosa proibita fino a oggi. Diventa infatti esecutiva da lunedì 4 gennaio 2010 la legge, depositata lo scorso 2 novembre, che cancella il divieto di ingresso e permanenza negli Stati Uniti per le persone affette da Hiv/Aids, in vigore dal 1987.

{attachments}

Togliete le restrizioni su viaggio e soggiorno delle persone sieropositive
(Comunicati Stampa 2010)

Torino 4 giugno 2010. Questo chiede la Lila, che ha inviato alle rappresentanze straniere in Italia di 16 Paesi europei la lettera aperta del Forum della Società civile sull'Hiv/Aids istituito dalla Commissione europea, di cui fa parte.

{attachments}