peer education
Parola chiave:
Totale: 6 risultati.
Tag: peer education
Articolo
LILA Lazio | Progetto di peer education rivolto agli studenti del L.S. Keplero 2010/2011
(Prevenzione)

Realizzato da: LILA LazioFinanziato da: Provincia di RomaPeriodo: AS 2010/2011percorso laboratoriale finalizzato all’ideazione e alla realizzazione, da parte degli studenti precedentemente formati, di un prodotto/evento rivolto agli studenti di tutta la scuola (bersaglio allargato) e diretto alla diffusione di informazioni su Hiv e IST e alla promozione di comportamenti sicuri.

LILA Toscana | Viola II e Viola III” - Intervento di peer education negli istituti superiori per la prevenzione all’Hiv/Aids
(Prevenzione)

Realizzato da: LILA ToscanaFinanziato da: Ente Cassa di Risparmio di FirenzePeriodo: 2007-2008Il progetto “Viola III”, rivolto agli studenti delle classi III degli istituti superiori fiorentini, basato sul modello della peer education (educazione tra pari), prevede in una prima fase un’ assemblea, in cui vengono raccolte le adesioni degli studenti interessati a partecipare al progetto, e due incontri di formazione condotti da psicologi esperti, sui temi della prevenzione all’ Hiv/Aids e del lavoro di gruppo; in una secondo fase, gli studenti che hanno partecipato agli incontri vengono seguiti da un tutor per la realizzazione di materiale informativo sul tema Hiv/Aids, che sarà diffuso dagli stessi all’interno dell’Istituto Scolastico ed eventualmente in altri Istituti Scolastici.

LILA Toscana | Scuola Attiva
(Prevenzione)

Realizzato da: LILA ToscanaFinanziato da: Ente Cassa di Risparmio di FirenzePeriodo: 2010-2011Intervento di peer education negli istituti superiori per la prevenzione all’Hiv/Aids.

EDUCAIDS 2017: LILA Cagliari presenta il 7° rapporto sulla prevenzione dell’HIV nelle scuole. Giovani più informati ma per oltre il 60% di chi è sessualmente attivo/a l’utilizzo del condom resta un problema
(dalle sedi)

Giunto alla sua settima edizione “EducAIDS”, un progetto di educazione alla salute sessuale negli istituti secondari superiori di Cagliari e provincia portato avanti, sin dal 2010, da LILA Cagliari. Obiettivo di questo lavoro, che ha raggiunto in questi anni almeno diecimila ragazzi e ragazze, è portare all’interno della scuola uno specifico percorso di formazione e informazione sulla prevenzione dell’HIV e più recentemente delle IST (Infezioni Sessualmente Trasmissibili).

Leggi tutto...

Arriva il Piano Nazionale di interventi contro HIV e AIDS. La LILA: “Documento innovativo e da attuare subito” ma i nodi sono quelli delle risorse e degli adeguamenti normativi
(notizie)

L’Italia si è finalmente dotata di un Piano Nazionale di Interventi contro HIV e AIDS. Il documento, valido per il triennio 2017-2019, è stato appena inviato dal ministero della Salute alle Regioni per essere esaminato in sede di Conferenza. Si tratta di un piano innovativo nel merito e nel metodo: i nodi finora irrisolti dell’informazione, della prevenzione innovativa, dell’accesso al test HIV e ai trattamenti, del mantenimento in cura, della TasP, della lotta allo stigma e alle discriminazioni, sono affrontati con chiarezza, in un’ottica scientifica e di attenzione alle priorità di salute pubblica e dei singoli. Gli obiettivi aderiscono a quelli indicati dalle principali agenzie internazionali, UNAIDS, OMS, ECDC, che puntano a debellare l’Aids entro il 2030 attraverso un drastico calo delle nuove infezioni tra adulti e l’attuazione del principio “90-90-90”.

Leggi tutto...

Di chi è questo?
(notizie)

Ricomincia il dibattito sui preservativi a scuola. La notizia questa volta è che la Provincia di Milano ha votato una mozione che ha come obiettivo portare nelle scuole superiori milanesi i distributori di preservativi a basso prezzo. Intanto il Comune di Monza ha votato, per quel che gli compete, analogo documento. Ma i genitori cattolici dell'associazione Age non ci stanno. E accusano chi invece i distributori li vuole, arrivando a dire che la lotta contro l'Hiv è solo un pretesto per corrompere i ragazzini.

Leggi tutto...